Animazione Havoc Point

Lady of the Night – Recensione

Durante le proiezioni del RIFF (Rome Indipendent Film Festival) è stato proietta Lady of the Night, un cortometraggio francese prodotto da Attie Albertus e diretto da Laurent Boileau. Il corto, della durata di 10 minuti, affronta un argomento piuttosto delicato, quello dell’omosessualità.

Lady of the Night

Durante una cena di commemorazione per la morte di Cornelius, la mente di Samuel inizia a viaggiare attraverso i ricordi e da questi scaturiscono i ricordi del primo innamoramento tra i due. Tutto il monologo di Samuel è narrato con un brano musicale, interpretato da Adam Pascal. Le paure, i momenti felici, quelli tristi e infine la morte. Tutte le esperienze si intersecano in un mix di emozioni, che nei 4 minuti del brano riescono a emozionare senza se e senza ma.

Lady of the Night come l’abbiamo già detto è un corto d’animazione. I disegni sono abbastanza stilosi, ma mostrano comunque tutta la bravura del disegnatore e a tratti sembra quasi di vedere un cartone Disney. A sorprendere sono i fondali, che dipinti in modo realistico riescono a rapire l’occhio.

Inutile dire che la parte fondamentale in un musical è il comparto sonoro e in Lady of the Night questo risulta essere la componente trascinante e travolgente. La voce di Adam Pascal ha le capacità di cullarci e di gettarci in preda allo svariato tipo di emozioni.

[youtube id=”ZGczkS-8zXo” width=”667″ height=”356″]

 

Di seguito trovate i Credits:

Directed by

Laurent Boileau

Writing Credits (in alphabetical order)

Laurent Boileau(co-writer)
Pierre Coré(co-writer)
Attie Esterhuizen(co-writer)

Produced by

Attie Esterhuizenproducer
Didier Pasamonikproducer

Music by

Attie Esterhuizen

Film Editing by

Laurent Boileau

Production Design by

Jose Luis Munuera

Sound Department

Philippe van Leerfoley artist

Animation Department

Kamal Aitmihoubanimator
  • 8.3/10
    VOTO - 8.3/10
8.3/10

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Pubblicità

Pubblicità