Videogiochi

Quake Champions – Anteprima

Come dei maestri alchimisti i ragazzi di id software continuano a trasformare in oro il solido piombo delle vecchi serie. Il prossimo della lista è nientedimeno che Quake!

Gli anni ’90 sono tornati. Ne parlavamo di recente riferendoci al glorioso rispolvero di Doom, e proprio il lavoro di id sulla sua serie infernale ci ha portato ad augurarci che ogni proprietà intellettuale venga trattata con lo stesso rispetto dai suoi sviluppatori ad ogni nuovo capitolo. In questi anni sono tornati, più o meno gloriosamente Duke Nukem, Shadow Warrior, Wolfenstein, il sopracitato Doom e prossimamente anche un nuovo Unreal Tournament. Pare che con la tecnologia VR stia arrivando anche un nuovo Serious Sam… chi manca? Beh, un paio di nomi ci sarebbero, ma il grande assente era Quake, almeno fino all’annuncio di Quake Champions all’E3 2016.

Quake sta per colpire ancora

Nel trailer presentato non c’è gameplay, il che non ci sorprende, ormai i (non più) ragazzi di id ci hanno abituato a lunghe attese dopo gli annunci, ma i risultati con gli ultimi titoli sono stati molto più che soddisfacenti. Da quel che abbiamo visto Quake Champions sarà un gioco fortemente improntato sul multiplayer arena, proprio come da tradizione del titolo. A parte questo, non escludiamo nulla, potrebbe avere o non avere una campagna da giocare in singolo o in gruppo, essere uno shooter classico o basato sulle classi, potrebbe essere un’esclusiva PC o arrivare anche su console, tutto e il contrario di tutto insomma. Ne sapremo di più nel corso della Quakecon 2016.

Quake Champions

Il sospetto è comunque che Quake Champions sia un tentativo di “difesa del territorio”. Al momento alcuni vecchi capitoli rimasterizzati ed adattati della serie sono e restano ancora tra i più giocati su PC; anche solo restando fedeli alla vecchia formula, un semplice aggiornamento grafico già basterebbe a mandare i fan in visibilio, ma non ci contiamo troppo. Anche nel caso di un’esperienza multiplayer simile a quella di Doom, saremmo soddisfatti, a patto che ci venga restituita la modalità Deathmatch Free-For-All.

È lecito a questo punto aspettarsi reboot di altre serie storiche, anche da parte di altri produttori, chi sarà il prossimo? Hexen o Heretic? Blood? Rise of the Triad o addirittura Sin? Nel tempo è addirittura possibile (anche se improbabile) che a Romero (quello di Doom, non quello dei film di Zombi) venga il ghiribizzo di vendicare il disastroso Daikatana; come dicevamo all’inizio, i ’90 e il loro spirito, sono tornati, nel bene e nel male, e lì fuori è già pieno di skaters.

Sull'autore

Michele “Azzie Threadbare” Sabatino

Michele “Azzie Threadbare” Sabatino

È convinto che il valore di una persona si misuri soprattutto in base al tempo che riesce a dedicare alle proprie passioni, a prescindere dagli altri impegni. Ha la straordinaria capacità di inventare cose che già esistono e di dire cose incredibili che diventano ovvietà pochi anni dopo. Inoltre gli piacciono i videogiochi, motivo principale per cui scrive qui.