I migliori giochi del 2016 da recuperare nel 2017

Il 2016 è stato, indubbiamente, un anno ricco di giochi validi, alcuni dei quali sono riusciti a stabilire nuove vette qualitative da raggiungere in ambito videoludico. In questo articolo ci proponiamo di consigliarvi, nel caso vi fossero sfuggiti, i migliori giochi del 2016 che meritano assolutamente di essere completati nel 2017. Cominciamo dunque con la nostra rassegna.

Uncharted 4: Fine di un Ladro (PS4)

Un titolo che non ha bisogno di presentazioni. L’ultimo capitolo delle avventure di Nathan Drake ha donato, ai videogiocatori di tutto il mondo, momenti indimenticabili. Azione al limite della spettacolarità e, soprattutto, una trama da far invidia al miglior Indiana Jones di Lucas, hanno conferito ad Uncharted 4 i premi come “Miglior Narrativa” e “Miglior Performance” (a Nolan North) ai Game Awards del 2016. Una pietra miliare irrinunciabile per chiunque si professi player a tutti gli effetti.

Battlefield 1 (PS4 / Xbox One / PC)

Se volete provare sulla pelle il brivido della guerra, non potete rinunciare a Battlefield 1! Il titolo in questione sfrutta grafica e colonna sonora da urlo, una componente multiplayer divertente ed efficiente e una fedele ricostruzione storica, riuscendo così ad imporsi, a pieno diritto, nell’Olimpo degli sparatutto del 2016. DICE fa miracoli, e mette in crisi tutti i fan di Call Of Duty. Da recuperare prima di subito!

Final Fantasy XV (PS4 / Xbox One)

Square Enix con Final Fantasy XV si propone di ripartire da zero, e riesce in pieno nell’ardua impresa. Un titolo imperfetto che riesce però, grazie alla componente estetica pregevole, un plot emozionante e un gameplay di tutto rispetto, a ricatturare il cuore di buona parte dei fan perduti della saga. Una magia di Tabata che non vorreste mai perdervi, e il 2017 è l’anno giusto per viverla.

Overwatch (PS4 / Xbox One / PC)

Un altro titolo che non possiamo evitare di consigliarvi è Overwatch, il Game of the Year 2016. L’incarnazione di Blizzard riesce a portare gli FPS ad un nuovo livello grazie a dei protagonisti caratterizzati magistralmente, un multiplayer a dir poco esaltante e un gameplay ibridato con il genere MOBA. Impossibile nel 2017 rinunciare a giocarci.

Dark Souls 3 (PS4 / Xbox One / PC)

Prepararsi a morire in Dark Souls 3 non è mai stato così bello! Da Hidetaka Miyazaki arriva un nuovo capolavoro targato From Software. Boss memorabili e ardui da abbattere, tante novità introdotte nel gameplay rispetto ai precedenti episodi, multiplayer a tratti macchinoso ma al contempo irresistibile, tutte caratteristiche che vi sottrarranno parecchie ore della vostra vita, centinaia e centinaia di ore. Nel 2017 un altro titolo che non può mancare in collezione!

Stardew Valley (PS4 / Xbox One / PC)

Dal mondo degli indie, una delle più grandi sorprese del 2016, un farming simulator che ha molto di più da dire rispetto ai suoi predecessori. Stardew Valley è un titolo dalle mille sfaccettature, che spicca per qualità e quantità dei contenuti, talmente pieno da risultare arduo da sviscerare completamente. Un altro gioco da prendere ad occhi chiusi per l’anno appena avviato.

Darkest Dungeon (PS4 / PS Vita / PC)

In Darkest Dungeon avrete a disposizione un gruppo di eroi valorosi per avventurarvi in luoghi pericolosi, ma il gioco non si ferma a tale semplicità. Il plot costituisce infatti solo un mero pretesto per trascinarvi in un titolo manageriale vero e proprio, dove gestire lo stress accumulato dagli eroi durante le nostre scorribande è di vitale importanza per sopravvivere. Una piccola perla per un grande 2017.

Thumper (PS4 / PC)

Thumper è velocità allo stato puro, Thumper è ritmo, ma soprattutto è un trip psichedelico che riuscirà a meravigliarvi ma allo stesso tempo frustrarvi. Un piccolo gioiello che rivoluziona il mondo dei rhythm games. E potrebbe cambiare anche il vostro 2017.

Salt and Sanctuary (PS4 / PS Vita / PC)

Un altro prodotto indipendente di qualità rilasciato nel 2016 è costituito da Salt And Sanctuary. Per gli amanti della serie Souls di From Software, una sorta di tributo in 2D silenzioso (ma non troppo) al lavoro di Miyazaki. Aggiungi poi un sistema di crescita che strizza l’occhio a Path To Exile, una difficoltà non eccessivamente elevata, ed un piccolo capolavoro da giocare nel 2017 è stato confezionato, e ad un prezzo contenuto.

Inside (PS4 / Xbox One / PC)

Da Playdead arriva un titolo a dir poco eccezionale, che fonde sapientemente narrazione, scelte stilistiche e gameplay, confezionando un prodotto dai costi contenuti ma dal massimo rendimento: Inside. Un platform/puzzle game che ci permette di vestire i panni di un bambino solo e abbandonato. Un viaggio interiore per il giocatore da intraprendere in questo 2017.

E con Inside abbiamo così ultimato la nostra rassegna di grandi titoli del 2016, fra indie ed etichette più illustri, da recuperare quest’anno. Non dimentichiamo però di volgere l’attenzione ad alcuni titoli importanti del 2017, fra cui Kingdom Hearts HD 2.8 Final Chapter Prologue e Resident Evil 7: Biohazard, che ci attendono già nel mese di Gennaio.

Buon 2017 videoludico a tutti dalla redazione di Havoc Point!




Written by: Danilo Abate

Classe 1990, viene cresciuto a suon di Tekken 3, Crash Bandicoot e Resident Evil, e ciò inevitabilmente influisce sulla sua psiche, dando origine a una creatura ossessionata da tutto ciò che è possibile giocare tramite un controller. Ha una grande passione per la scrittura e per il mondo del cinema in generale. Nel frattempo si è specializzato in Biologia Molecolare. Punti cardine della sua cultura nerd: Metal Gear Solid, Sin City, Spielberg e Scrubs.

HAVOC POINT

Havoc Point non costituisce una testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001.
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.