Interviste

Intervista a Walter Venturi, l’autore di Capitan Italia

Walter Venturi

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con un grande autore, Walter Venturi. Autore di tantissime belle storie di Zagor, inventore di Capitan Italia, disegnatore di Tex e anche di quella piccola perla perduta qual è Kylion. Un autore a tutto tondo di cui ultimamente abbiamo recensito una delle due storie contenute in Tex Magazine 2.

HavocPoint.it: Ciao Walter e benvenuto sulle pagine di Havoc Point. Iniziamo con qualcosa di semplice e leggero. Sei un disegnatore della scuderia Bonelli, ma hai lavorato su tantissimi progetti. Potresti parlarcene brevemente.

Walter Venturi: Sono 25 anni che lavoro professionalmente nel mondo dei fumetti, dall’editoria per bambini ai tascabili porno, dall’autoproduzione al servizio di editing, collaborando con l’Eura editoriale, la Panini, la Disney e altri editori sino a coronare il mio sogno, lavorare per la Bonelli.

HavocPoint.it: Quando eri giovane avresti mai pensato di lavorare sui fumetti del calibro di Zagor?

Walter Venturi: Già da bambino sapevo che volevo disegnare fumetti, ho 48 anni e sono diventati una parte essenziale della mia vita, un’applicazione costante che mi ha portato a realizzare storie anche per i miei personaggi preferiti, che leggevo e ammiravo.

Walter Venturi

HavocPoint.it: La tua creazione, Capitan Italia. Spiegaci cosa ti ha spinto a creare questo personaggio e ci sarà mai una seconda serie?

Walter Venturi: L’autoproduzione del Capitano è stata la mia risposta trash ai supereroi americani, erano i tempi dell’Image e ai loro colori sfavillanti risposi con il nostro tradizionale bianco e nero denso di macchiette grottesche che facevano il verso alla politica e alla società italiana degli anni ’90. Il pubblico apprezzò e realizzai 12 albi con i testi anche di Lorenzo Bartoli, Roberto Recchioni e Diego Cajelli! Mi piacerebbe ritornare sul Capitano, i tempi sono maturi, ma non credo a breve di avere tempo per lavorarci su.

HavocPoint.it: I vecchi volumi saranno mai disponibili in formato digitale per tutte le generazioni future?

Walter Venturi: Se mai riuscirò a scansionare tutto, perché no?

HavocPoint.it: In Tex Magazine viene trattato l’argomento del razzismo verso le persone dalla pigmentazione scura, cosa non molto rara nella serie. Andiamo per assurdo però e supponiamo che Tex esista e che viva nel mondo odierno. Cosa penserebbe secondo te a proposito delle ultime mosse del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump?

Walter Venturi: Forse avrebbe qualcosa da ridire…

HavocPoint.it: Le scene di lotta del Magazine del 2017 presenta parecchie scene cinematografiche. A cosa ti sei ispirato per la loro realizzazione?

Walter Venturi: A vecchi fotoromanzi degli anni ’50, a ricerche fatte sulla rete e trovando foto originali. La documentazione è uno dei momenti più belli del mio lavoro.

HavocPoint.it: Quali sono i tuoi progetti futuri nell’ambito del fumetto?

Walter Venturi: Al momento sto concludendo la prima storia di una miniserie a colori su Cico, in uscita a giugno e subito dopo finirò per Zagor, la storia in tre parti che vede il ritorno di Smirnoff, da ottobre in edicola.

HavocPoint.it: Grazie mille per il tuo tempo e la tua disponibilità.

Walter Venturi: Ciao e un saluto a chi ha letto fino a qui!

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Pubblicità

Pubblicità