Valter Buio 1-2 di Alessandro Bilotta – Recensione

Autore: Alessandro Bilotta, Sergio Gerasi, Andrea Del Campo, Andrea Rossetto, Ivan Vitolo, Francesco Bonanno, Sergio Gerasi, Dario Sansone, Andrea Del Campo
Genere: Horror, Thriller
Editore: Star Comics
Pagine: 304

Star Comics è una casa editrice che abbiamo imparato a conoscere la una quantità enorme di titoli classici del genere dei manga. One Piece, Rocky Joe, Lamù e tanti altri altri sono i titoli che la casa editrice pubblica e che conosciamo fin troppo bene, ma tra questi ci sono anche i fumetti statunitensi e quelli italiani. Pensiamo alla bellissima miniserie Dr. Morgue oppure all’altrettanto recente Valter Buio, di Alessandro Bilotta. La serie dedicata a Valter ha conquistato parecchi lettori, inimicandosene alcuni per una presunta somiglianza con Dylan Dog. Ovviamente si tratta di un paragone al quanto fuorviante, ma ne parleremo nell’ultimo paragrafo. Attualmente nelle fumetterie si possono trovare i volumi cartonati contenenti le ristampe delle storie dedicate al personaggio.




Uno psicanalista un po’ particolare

Valter Buio è un uomo come tutti noi, con dei problemi che colpiscono tutti. È divorziato e ne soffre tantissimo. Tra tutti i suoi problemi, però, il personaggio ha anche un’abilità più unica che rara: vede gli spiriti delle persone morte. Cosi apre lo studio di psicanalisi dedicato proprio agli spiriti che non riescono a lasciarsi andare e sono costretti a vagare sulla terra da soli. Le avventure dei primi due capitoli vedono Diverse storie, da 100 pagine l’una, in cui vedremo una storia autoconclusiva, ma sempre con dei piccoli risvolti verso quelle successive. La forza dirompente dell’albo viene fuori grazie ai personaggi, realistici e poco plastici, ma anche l’ambientazione fa la sua porca figura. Ci troviamo infatti a Roma, la città eterna, la città che fa convergere tutte le strade del mondo. E possiamo dire che la sua realizzazione in tutte le storie è incredibile. Possiamo riconoscere le piazze, le vie e i monumenti semplicemente guardandoli.

Un po’ Dylan, un po’ no

Ma quindi qual è la differenza reale tra Dylan Dog e Valter Buio? Entrambi hanno a che fare con dei misteri, ma oltre a questo, non hanno niente in comune. Valter Buio, è un personaggio buio e complesso al livello psicologico, con delle paure come le nostre e con un background davvero straziante. La sua forza sta proprio nel complesso fattore di voler aiutare i morti che non riesco ad andarsene, ma senza l’utilizzo delle armi. Anche gli amici del protagonista hanno una psicologia interessante e dobbiamo dire che Alessandro Bilotta ci aveva visto giusto nel 2010 con il suo personaggio. Un grande merito va però ai disegnatori dei primi due volumi: Sergio Gerasi, Andrea Del Campo, Andrea Rossetto, Ivan Vitolo, Francesco Bonanno, Sergio Gerasi, Dario Sansone e Andrea Del Campo. Ogni stile è peculiare a modo suo. La prima storia del primo volume, disegnata da Sergio Gerasi è pulita e davvero dettagliata in ogni minimo dettaglio. In generale abbiamo sempre trovato una regia delle vignette avvincente e sempice, nonostante in alcuni punti si perdeva leggermente in favore alla somiglianza con il cinema.




Rostislav Kovalskiy

Written by: Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

HAVOC POINT

Havoc Point non costituisce una testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001.
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.
Tutti i diritti sono riservati.