La Crociata dei Bambini di Neil Gaiman – Recensione

Qualche settimana fa su HavocPoint.it ho iniziato il percorso attraverso le opere di Neil Gaiman, iniziando dal The Books of Magic. Un’opera che grazie ai disegni e alla storia ci metteva al corrente del mago più potente della terra, Timothy Hunter, ma all’interno del graphic novel abbiamo visto anche personaggi come Constantine, Mister E, Doctor Occult e Straniero Fantasma. Stavolta invece ho un grande piacere nel parlarvi di La Crociata dei Bambini, che ci mostrerà dei nuovi personaggi Vertigo e allo stesso tempo ci parlerà di quelli già conosciuti. Da questo punto in po’ continuerà il viaggio attraverso le opere di Neil Gaiman sulle pagine di Havoc Point.

Una storia dimenticata

Qualcuno di voi conoscerà sicuramente la storia semi-reale della Crociata dei Bambini e che in realtà c’è più mito che realtà dietro alle pagine che ne parlano. Ormai c’è anche un grosso dubbio sulla vera identità di quelle persone, partite senza fare più ritorno, ma qui parliamo di fumetti e quindi partiamo senza problemi.

La storia è ambientata inizialmente in un passato remoto, con la storia dei fanciulli che attirati partono per Marsiglia, ma vengono schiavizzati e deportati su delle navi. Fame, malattie, crudeltà e la morte accompagnano i giovani, che però vengono tratti in salvo in un mondo magico chiamato “Terre Libere”. Spostiamoci un attimo ai giorni nostri però, perché è proprio qui che avvengono tutte le vicende davvero importanti. Nella cittadina di Flaxdown, fra Sussex e Kent, in poco tempo scompaiono trenta bambini e il posto diventa in breve tempo un paese che tutti hanno iniziato a considerare “fatato”. In fondo, non è facile vedere cosi tanti bambini sparire nel nulla in un solo colpo. Qualcuno però non convinto che sia qualcosa di paranormale e la stampa mette diverse teorie, ma nel frattempo una bambina contatta due giovani detective. Due ragazzi morti di nome Charles Rowland ed Edwin Paine (che potete trovare per la prima in Sandman e qualcuno si ricorderà dei due grazie a Dead Boy Detectives). Da qui si aprirà una lunga indagine dei due ragazzi che sfuggendo alla morte possono divertirsi a interpretare Sherlock Holmes. In quest’ambiente veniamo di nuovo a contatto con il fantastico Timothy Hunter, reduce proprio dall’esperienza di The Books of Magic. Le “Terre Libere” nascondono però al loro interno dei segreti che si potrebbero anche prevedere con le nostre conoscenze delle storie, ma sempre meravigliosi.




Neil Pompato

La lettura di La Crociata dei Bambini è qualcosa che andrebbe fatto a gradi. Prima di ogni capitolo è possibile leggere delle parti riguardanti il passato e dei primi bambini che sono finite in queste terre magiche. Tra questi ci sono alcune storie che prendono per il ritmo narrativo e disegni, mentre le altre annoiano davvero troppo. In quei casi non aiutano nemmeno i disegni, che appaiono plastici e fermi. Per quanto riguarda la storia vera e proprio di Neil Gaiman e Alisa Kwitney, risulta molto interessante l’effetto finale del sul racconto, anche se come ho detto prima, non si è trattato di qualcosa molto originale e verso il finale si perde un po’ la magia di tutto ciò che si è letto prima.

I disegni invece, come ho potuto dire poc’anzi è interessante in taluni punti, ma miserevole in altri. Leggere questo dopo Sandman e The Books of Magic potrebbe avere un effetto non particolarmente piacevole. Però si tratta del primissimo crossover Vertigo e ritrovare alcuni personaggi non ha prezzo, in qualsiasi forma o versione.

Autore: Neil Gaiman (sceneggiatura)

Dick Foreman, Jamie Delano, Nancy A. Collins (disegni)

Editore: RW Edizioni
Genere: Fantasy
Prezzo: €12.50
Data: 2017




Rostislav Kovalskiy

Written by: Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

HAVOC POINT

Havoc Point non costituisce una testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001.
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.
Tutti i diritti sono riservati.