TGS 2017: Conferenza Sony – Recap

Si è da poco conclusa la conferenza stampa PlayStation ospitata da Sony al TGS 2017. All’evento sono stati presenti un buon numero di titoli che però ci hanno messo un po’ per infiammare gli animi del pubblico. Nonostante questo, non posso dire che la conferenza sia stata noiosa, grazie all’ottimo ritmo che è stato tenuto fino al termine. In questo articolo ricapitolerà per voi tutte le novità diramate da Sony in occasione del Tokyo Game Show.




Le danze si sono aperte con un breve video musicale che ci ha illustrato brevemente la line-up della console. Poi, nuovi hardware, tra cui nuovi controller e delle PS4 con un design ispirato a GT Sport ed a Call of Duty WWII.

È stato proprio quest’ultimo, Call Of Duty World War II, ad essere stato presentato per primo con un trailer. Ciò che viene fatto vedere, però, non è gameplay, bensì scene tratte dalla modalità storia che sembra promettere regalare molti colpi di scena. L’attenzione si è successivamente concentrata su uno dei JRPG più attesi del 2018, Ni No Kuni 2, anch’esso mostratosi con un trailer le cui scene al suo interno sono state riprese dalla campagna principale; tuttavia, abbiamo avuto anche un piccolo assaggio del gameplay.

Poi, è stata la volta di Earth Defence Force 5, gioco di cui ammetto non conoscere molto e di cui ha ricevuto finalmente una data di uscita per il Giappone: il 7 dicembre 2017. A seguire, è stato il turno di Dynasty Warriors 9 con qualche minuto di gameplay; e poi quello di Minecraft: Story Mode 2 della Telltale. Chissà questa volta cosa tirerà fuori dal cappello con la seconda stagione dell’avventura ispirata al sandbox di Mojang, ma personalmente confido in qualcosa che vada a migliorare parecchio ciò che abbiamo visto con il primo gioco.

I prossimi sono tutti titoli molto apprezzati sul suolo giapponese. Il primo è stato Dissidia Final Fantasy NT, presentatoci come gioco commemorativo del trentesimo anniversario di Final Fantasy. Oltre a mostrarci tante scene di gameplay, tra cui anche quelle che sembrano le cosiddette boss fight, il video si è concluso facendoci vedere un’altra aggiunta al roster: quella del principe Noctis. Quello che segue inoltre è il remake di Shadow of the Colossus, che si è mostrato con la sua grafica rinnovata ed il gameplay pressapoco invariato. Ci dobbiamo forse aspettare qualche segreto in più? Vedremo. Un gradito ritorno è stato anche quello di Dragon’s Crown. Atlus ha annunciato che la versione modernizzata permetterà di adempiere all’opzione crossplay su tutte le console attuali di Sony, oltre a diverse migliorie legate al comparto tecnico e visivo. La carrellata di giochi si conclude infine con l’annuncio a sorpresa del porting di Final Fantasy IX. Uno dei Final Fantasy più apprezzati di sempre arriva finalmente anche su PS4.

A questo punto, vengono presentati altri titoli che in Occidente sicuramente non vedremo molto presto, e poi un nuovo gioco su Mobile Suit Gundam, sottotitolato Battle Operation 2. Il video mostrato è stato molto breve, benché interessante. A seguire c’è stato un montaggio, simile a quello che ha inaugurato l’apertura della conferenza, che ha mostrato molti dei titoli VR usciti fino ad ora.

Inoltre tanti altri giochi sono stati mostrati. Uno è Ark Park, realizzato dagli sviluppatori di Ark, un progetto che si configura essere un’interessante riproposizione videoludica del colosso Jurassic Park. Poi, alcuni per VR: Gungrave, un frenetico shooter; A-train Experience, un simulatore che unisce la gestione di vita urbana con la costruzione di ferrovie; e per finire, ANUBIS Zone of Enders che fa il suo ritorno in versione rimasterizzata e con l’aggiunta della modalità VR. La parte della conferenza dedicata al VR, infine, termina con l’annuncio di una nuova modalità, che permetterà ai possessori giapponesi della periferica di assistere ad un’orchestra che suonerà musica proveniente dai più apprezzati giochi del sol levante.

Nell’ultimo quarto della conferenza i titoli mostrati cominciano ad essere sempre più interessanti. Il primo tra questi, Hidden Agenda, un gioco dai toni molto cupi, che sembra possedere le stesse meccaniche Play Link viste in Dimmi chi sei! ma usate in maniera meno scherzosa. Poi, finalmente, un titolo di cui aspetto con ansia novità: parlo essenzialmente di Hokuto ga Gotoku, tie-in nato dall’unione del brand di Yakuza e l’acclamato Hokuto no Ken (Kenshiro). Ancora non è stato mostrato molto, sennonché qualche sezione di gameplay, ma spero di ricevere presto più notizie al riguardo. Poco dopo è arrivato il turno Earth Defense Force Iron Rain, anch’esso debuttatosi con un trailer.

Le ultime novità riguardano la presenza Detroit Become Human che, tuttavia, si è concesso con un semplice trailer; quella di Cyber Troopers Virtual-On: Oratorio Tangram, un curioso picchiaduro con dei robottoni; e quella di un gioco molto criptico, Left Alive, un action survival di Square Enix.

Ed eccoci all’ultimo annuncio odierno, il gioco che più di tutti stavo aspettando e che più degli altri ha innescato maggior attenzione ed entusiasmo: Monster Hunter World. L’action è stato presentato con un nuovo filmato raffigurante le ambientazioni del gioco, i personaggi e i nuovi mostri, con tanto di data di uscita. Il gioco uscirà in contemporanea mondiale il 26 gennaio 2018.

E con questo si conclude questa conferenza. Insomma, diteci: come l’avete trovata voi? Vi è piaciuta? Fatecelo sapere!




Written by: Angelo Raffaele Balzano

Il suo amore per i videogiochi è secondo solo a quello per la sua ragazza. È cresciuto a pane e Super Smash Bros. (all'epoca di melee) e fin dalla tenera età brama sempre giochi nuovi. I suoi preferiti sono i giochi che sanno trasmettere forti emozioni e coinvolgere un giocatore, ma in generale è un patito di gdr, giochi d'avventura, d'azione e picchiaduro. Le altre sue passioni sono film, fumetti e modellini (dategli un Bionicle o un Gunpla e lo vedrete felice). Scrive qui poiché ha da sempre desiderato fare una cosa del genere

HAVOC POINT

Havoc Point non costituisce una testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001.
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.
Tutti i diritti sono riservati.