Animazione Nerd Tavern

Love Live Sunshine: Over The Rainbow, mostrato il primo trailer

La fortunata serie Love Live Sunshine, successore dell’acclamato brand sulle idol Love Live sulle school idols torna con un nuovo film che, probabilmente, come quello precedente chiuderà la storia delle Aquors.
Nelle ultime ore è stato rilasciato il trailer che ci mostra parte dell’ambientazione del nuovo film e dei nuovi personaggi e potete visionarlo andando in testa alla notizia.

La presenza di una probabile madre di Mari, l’idol dai capelli biondi, e la presenza della ragazza come “centro” del gruppo durante la canzone vista nel teaser potrebbe indicare un focus su di lei. Il che non sarebbe così scontato, visto che è uno dei personaggi più importanti dell’intera storia.

Il poster promozionale di Love Live Sunshine: Over The Rainbow mostra anche un piccolo grande dettaglio che fa ben sperare: il colosseo.
Che il nuovo film sia ambientato in Italia?
Potrebbe essere ambientato più generalmente in Europa, ma visto che il film precedente era ambientato in America non c’è niente che possa distruggere le nostre speranze. Inoltre, il trailer ci mostra chiaramente la Piazza di Spagna, quindi è praticamente sicura l’ambientazione romana.

Il primo poster del film ci mostra il colosseo in background.

Dal trailer, sinceramente, mi aspettavo qualcosa in più, visto la cgi un po’ indecisa (nella serie regolare il comparto grafico ha fatto figure migliori) e la fotografia non troppo convincente (basta ricordarsi Angelic Angel del primo film). Speriamo che sappia regalare le emozioni del precedente e che ci sappia intrattenere con altre canzoni orecchiabili e con delle belle coreografie.
La data di Love Live Sunshine: Over The Rainbow è fissata per un generico 2019 e spero che, nell’attesa, la Sunrise sappia migliorare ancora di più il loro prodotto e che lo studio Lantis riesca a far comporre musiche all’altezza della situazione.

Sull'autore

Gabriele Gemignani

Gabriele Gemignani

Dare la propria opinione è importante. Ascoltare quella degli altri lo è anche di più, del resto, due teste funzionano meglio di una, anche se vanno in contrasto.