Fumetti News

Marvel si prepara per dire addio a un personaggio storico in X-Men: The Exterminated # 1

X-Men: The Exterminated # 1

In giornata la Casa delle Idee ha svelato la cover e i primi dettagli di X-Men: The Exterminated # 1. La cover la trovate come di consueto andando in calce alla notizia, mentre i dettagli nel prossimo paragrafo. Inutile dire che la notizia contiene un grande spoiler.

Come sapete, Cable è passato alla miglior vita, sconvolgendo un po’ tutti coloro che gli erano vicini. Ovviamente quella che ha subito il colpo più grave è la figlia adottiva Hope Summers, il cui viaggio potrebbe portarla verso gli abissi da cui è impossibile uscire. A salvarla ci sarà però Jean Gray. Dietro la creazione dell’albo troviamo Zac Thompson e Lonnie Nadler, il team creativo della serie Cable. La cover invece è firmata da Geoff Shaw, mentre una storia di back-up sarà scritta da nientemeno che Chris Claremont.

A proposito dell’albo ha parlato Lonnie Nadler:

“Questo numero è la nostra occasione per dire addio a Cable, per onorare la sua eredità, e per vedere davvero l’impatto immenso che il mutante che viaggia nel tempo ha avuto su quelli più vicini a lui. Soprattutto, si tratta di come la famiglia Summers affronta il dolore e della difficoltà di andare avanti. Il numero è pieno di X-Men preferiti dai fan di tutte le epoche diverse e siamo davvero entusiasti di poterli riunire, nonostante l’oscura occasione. “

Vi ricordo che Cable è morto all’interno del primo numero di X-Men: Extermination dopo un grande attacco dei viaggiatori del tempo. Bloodstorm è un altro dei caduto nella guerra, mentre Cable è stato ucciso dalla versione più giovane di se stesso.

X-Men: The Exterminated # 1 uscirà a dicembre negli States.

X-Men: The Exterminated # 1

FONTE: CBR

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.