Film Nerd Tavern News

Michael J. Fox ha dovuto imparare ad andare sullo skateboard per il Ritorno al Futuro?

Ritorno al Futuro

La trilogia del Ritorno al Futuro è una della più iconiche nella cultura Pop e ci ha mostrato alcuni oggetti entrati poi nell’immaginario collettivo. Ci sono però anche parecchie leggende metropolitane che girano attorno ai film. Una di queste dice che l’attore protagonista Michael J. Fox ha dovuto imparare ad andare sullo skate proprio per il film (cosa che dice anche Wiki). Sarà vero?

All’interno dei film, lo skateboard gioca un ruolo molto importante in quanto si tratta del mezzo di spostamento del protagonista. Fin dall’inizio abbiamo visto parecchie acrobazie piuttosto pericolose come l’aggrapparsi a un auto per incrementare la propria velocità. Quando Marty McFly va nel passato abbiamo una scena della fuga dalla banda di Biff in cui il giovane riesce a saltare sull’auto del suo rivale e successivamente atterrarci dietro.

Per quella scena è stata utilizzata una controfigura, Charlie Croughwell, che è un po’ più basso di Micheal. Successivamente lo abbiamo visto in tanti altri film come sua controfigura. Per le scene più normali invece è lo stesso Fox a usare lo skate e in molti credono che ha imparato ad andarci proprio per il film. In verità è falso.

Come moltissimi giovani Fox andava sullo skateboard già da ragazzo e ultimamente mise all’asta la sua prima tavola dicendo:

“Questo skateboard è stato un regalo per il mio 15 ° compleanno nel 1976. E’ stato lo skate che ho usato per imparare prima di usare un po’ dei miei vecchi trucchi in Ritorno al futuro. Verrà venduto con un certificato di autenticità firmato. “

Insomma, Fox sapeva già andare sullo skate anche prima del film, ma questo lo potevamo anche immaginare in fondo.

FONTE: CBR

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Pubblicità

Pubblicità