Filosofia Videoludica

Welcome to the Playstation VR Worlds

Se ne sta lì. Seduta e tranquilla, come un’isola nel bel mezzo del mare. Nessuna frenesia, nessun tempo da rincorrere. Solo una sospensione quasi naturale. Si sta preparando ad un qualcosa di inatteso. A quell’età non è cosa di tutti i giorni partire per non si sa bene dove. Le

Life is Strange e l’oscura adolescenza

L’adolescenza. Una fase turbolenta di crisi inevitabile che ne esacerba il fenomeno. Abbiamo tutti sognato di manipolare il tempo a piacimento, riavvolgerlo in ogni situazione: per tornare nel grigiore di quando il lasso temporale, per noi, non era incominciato. Raffiguriamo il tempo come una strada di ricordi viventi, frutto dell’esperienza

Il mistero dietro i tasti della PlayStation

Per due decenni abbiamo sormontato il mondo reale per sgattaiolarci in una dimensione chimerica e fantastica, attraverso i videogiochi. E’ stato, è, e sarà un viaggio incredibile e non abbiamo l’infima idea di terminarlo. Amore e odio, rabbia e calma, gioia e dolore: ecco cosa abbiamo provato, schiacciando gli iconici

Il binomio di Final Fantasy XV e William Shakespeare

Il videogioco è una mistura di intrattenimento e narrazione. Le trasposizioni di libri in forma videoludica prosperano floridamente e rianimano al giocatore l’interesse di abbracciare la letteratura, lungi dall’essere in fase di declino dai media, attraverso l’interazione con il videogioco. Il processo si verifica anche al contrario: la letteratura si basa

HAVOC POINT

Havoc Point non costituisce una testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001.
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.
Tutti i diritti sono riservati.