Intervista ai The Pills

The Pills

Tra tutti gli youtuber che creano dei contenuti quasi cinematografici spiccano i The Pills. Romani, senza peli sulla lingua e dotati di uno stile particolarmente coinvolgente, questi ragazzi hanno conquistato il proprio pubblico e grazie alla propria bravura sono finiti addirittura sulle reti Mediaset e Rai. Ora sono alle prese con il primo film e noi abbiamo scambiato due parole con Matteo Corradini e Luca Vecchi (Luigi di Capua stava intanto cercando uno spacciatore di fiducia) ed ecco cosa ne uscito fuori.

Rostislav: Youtube è stato il vostro inizio, ma ultimamente state scomparendo dalla scena. Quali sono i vostri progetti?

Luca: In realtà abbiamo girato degli sketch che dovrebbero uscire… no?

Matteo: Sì infatti, ne abbiamo specialmente uno in ballo, ma non ricordo che fine ha fatto. Quindi visto che mi ci fai pensare sarà il caso di metterlo su Youtube o Facebook.

Luca: Comunque è tutto correlato anche all’uscita del film. Quindi sarà propaganda di internet per puntare a quello.

[youtube id=”I3oGBu3W7A8″ width=”667″ height=”356″]

R: Per quanto i vari youtubers: quali sono i vostri rapporti con gli altri?

M: Noi personalmente conosciamo bene o male tutti e rispettiamo tutti quanti. L’unica cosa è che spesso non seguiamo le dinamiche tipiche della piattaforma e quindi paradossalmente ad esempio un Claudio di Biagio (per citarne uno), super simpatico però non lo vediamo come un collega. Però conosciamo un po’ tutti, Nirkiopp, The Jackal, Di Biagio.

L: C’è amicizia, amicizia e il rispetto.

R: Ed è l’importante. Mentre per quanto riguarda il vostro film, cosa potente dirci riguardo alla trama?

M: Ahahahaha la trama

R: Ha una trama?

M: Sì, ha una trama.

L: Ma non lineare, come i film di Jodorowsky.

M: Sì praticamente è girato come Memento. Cioè parte dalla fine.

R: Come Pulp Fiction?

M: Sai, in realtà hai detto una cosa giusta. Non rivelerò la trama, ma ciò che ha detto questo gentile ragazzo (ha dimenticato bello e affascinante, ma era sottinteso n.d.r.) è una cosa giusta. Come Pulp Fiction. Però chiaramente gli argomenti saranno The Pills. Tanto è inutile che vi dico che ci saranno degli argomenti precisi, ma vi basta sapere che gli argomenti saranno molto consoni alle nostre tematiche.

R: Una domanda riguardante i videogiochi. Quali sono i vostri rapporti con questi?

M: Sono un mega appassionato. Davvero un grande fan.

R: Qual’è il gioco che ti ha colpito di più?

M: Ah be, Street Fighter 2

L: Mazza… Final Fantasy VII

M: No no Street Fighter 2 è quello che mi ha colpito, cronologicamente parlando.

L: Ma l’impatto emotivo?

M: Street Fighter 2!

L: Ma che cazzo dici?

M: Ma mi ha cambiato la vita. Poi ci sono chiaramente altri titolo per i quali sono impazzito, tra cui Final Fantasy VII assolutamente.

[youtube id=”NJZTV5yd_Tc” width=”667″ height=”356″]

R: Avete mai pensato di buttarvi a fare i gameplay?

M: Gameplay no, ma vorrei scrivere un’avventura.

R: Un’avventura grafica?

M: Sì, un avventura grafica o non necessariamente punta e clicca.

L: Niente avventura grafica. Quella testuale. Torniamo a Zork.

M: No vabbè ad esempio Portal 2, lo conosci?

R: Ovviamente.

M: Ecco, Portal 2 dal punto di vista della scrittura è pazzesco. Folle! Cioè il personaggio di GlaDoS è tipo il meglio del meglio.

R: Anche Whitley non è male però.

M: Anche Whitley, ma lui fa un po’ da risvoltino su GlaDoS, che è proprio il personaggio proprio più figo del mondo.

L: Scrotos

R: E qui possiamo anche terminare. Grazie mille.

M,L: Grazie a te

[youtube id=”IMq6IG29rRg” width=”667″ height=”356″]

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Instagram