The Swindle – Recensione

the_swindle_001

PEGI/USK: 7+ / 0
Produttore: Curve Digital
Sviluppatore: Size Five Games

Data di uscita: 28 Luglio 2015
Piattaforme: PlayStation 3, PlayStation 4, PlayStation Vita, Xbox One, PC, WiiU
Genere: Platform
Giocatori: 1

Ed ecco che spunta sul web l’ennesimo titolo platform indie, questa volta però con qualcosa di diverso. Il titolo in questione, The Swindle, è un mix tra un gioco platform e uno stealth con qualche elemento da gioco di ruolo. Ma andiamo ad analizzarlo nel dettaglio.

the_swindle_002

A caccia di sterline.

The Swindle non ha una trama intricata, come del resto la maggior parte dei platform presenti sul mercato. Ci troveremo in una Londra Steampunk del 1800 e dovremo rubare, alla polizia di Scotland Yard, il “Devil’s Basilisk“, un’apparecchiatura in grado di porre fine per sempre alla criminalità nella città inglese. Quindi avremo a disposizione 100 giorni per controllare una squadra di ladri alle prese con furti sempre più grandi per preparasi al grande colpo.
Una trama semplice e poco dettagliata, ma in fondo sappiamo già anche prima dell’acquisto di un gioco del genere che la cosa più fondamentale è il gameplay.

the_swindle_003

Inizia e non fiatare.

Lo stile iniziale di The Swindle ricorda molto quello dei vari Souls, veniamo catapultati in un mondo che non conosciamo senza sapere bene cosa dobbiamo o non dobbiamo fare. Il nostro obbiettivo sarà quello di rubare più soldi possibili passando per svariati edifici pieni di guardie che dovremo tramortire senza farci beccare nascondendoci dietro a una porto, un muro o camminando piano alle sue spalle per non farci sentire mentre ci avviciniamo. Andando avanti nel gioco potremo anche, con i soldi rubati, acquistare del potenziamenti che ci permetteranno, per esempio, di hackerare computer dai quali ottenere più denaro ancora e non solo. Dopo i primi potenziamenti però qualcosa cambia, la difficoltà impenna improvvisamente e ci ritroviamo in un gioco completamente diverso da quello che avevamo cominciato.
Arrivati a un certo punto in alcuni livelli arriveremo a pensare “vale la pena di continuare rischiando il tutto per tutto o mi posso accontentare di quello che ho preso fin’ora e tornare alla base?” e allora la situazione si fa ancora più complicata, anche se consigliamo, a chi è alle prime armi, di fare sempre ritorno alla base quando possibile e usare i soldi per potenziarsi o sbloccare nuove aree.

the_swindle_004

Steampunk.

Il comparto grafico è davvero bello da vedere, tutto quanto è in stile steampunk, quindi per i fan del medesimo è qualcosa di eccezionale. Per quanto riguarda il comparto tecnico invece non abbiamo riscontrato ne bug ne lag, cosa ovvia in un gioco del genere, ma che teniamo comunque a precisare.
La colonna sonora è parecchio orecchiabile e ci darà la carica che serve per proseguire nei livelli senza mai annoiarci. Un’altro difetto è il fatto che The Swindle non sia tradotto in italiano, ma vista la scarsa presenza di testi non darà per nulla fastidio neanche a chi non mastica per niente l’inglese. In fondo, come già detto prima, la cosa più importante di giochi del genere è il gameplay.

RIASSUNTO:

The Swindle è un titolo perfetto per chi vuole qualcosa di diverso dai soliti platform presenti sui vari store. Non ha una trama strabiliante, ma il gameplay intrigherà parecchio. Per colpa degli sbalzi improvvisi della difficoltà e dei controlli non troppo precisi però non può essere considerato un gioco perfetto nel suo genere, ma ci teniamo comunque a consigliarvelo se siete alla ricerca di un po’ di sfida.

Sull'autore

Redazione

Instagram