E3 2016: Conferenza Bethesda – Recap

Dopo una conferenza EA piuttosto fredda e piatta siamo arrivati a tante piccole sorprese grazie a quel gigante come Bethesda, che negli anni ci ha deliziato con i suoi titoli cosi particolari e spaziosi. Ricordiamo infatti che si tratta di un publisher che alle spalle non ha solo la serie The Elder Scrolls o Fallout, ma pubblica nel contempo anche giochi come Wolfenstein, Doom, Quake, Dishonored e altri. Titoli che di qualità ne hanno a vagonate, che si sono riversati sul pubblico in modo più o meno avvolgente.

L’apertura è stata segnata in blocco da un inatteso, ma sempre ben gradito Quake Champions, il nuovo capitolo facente parte del famoso franchise che ha modellato i giochi competitivi online. Il nuovo capitolo disporrà di personaggi piuttosto grossi, dall’aspetto minaccioso e soprattutto di armi possenti, dal design aggressivo. Purtroppo non è stato svelato se si tratta di un titolo dedicato solo al mercato PC o anche alle console.

Quake Champions

Senza troppi fronzoli e attese ci siamo piombati su The Elder Scrolls: Legends, il gioco di carte ambientato nell’immenso mondo di The Elder Scrolls e che potrebbe offrire mille appigli per altri titoli, che apparentemente non hanno niente a che spartire con la saga RPG. Il gioco sarà un free-to-play e uscirà non solo su PC, ma anche sui smartphone e tablet iOS e Android. Il tutto è stato condito da un filmato in CGI realizzata a mo’ di quelle immagini che siamo abituati a vedere in Magic.

Fallout 4 non poteva davvero mancare in una conferenza Bethesda e in questo caso non si è parlato solo dell’aggiornamento di Fallout Shelter, che ora potrà essere giocato anche su PC, ma anche di nuovi DLC. I nuovi contenuti aggiuntivi permetteranno ai giocatori di costruire non solo un rifugio in superficie, ma anche un vero e proprio Vault, funzionante in ogni suo aspetto. Questo contenuto arriverà a luglio, mentre ad agosto arriverà la possibilità di costruire il proprio rifugio all’interno di un campo da giochi. Piccoli dettagli, che però hanno fatto piacere a chi continua a giocare al titolo Bethesda. Senza molta sorpresa abbiamo anche visto The Elder Scrolls V Skyrim Special Edition, l’edizione rimasterizzata di quel capolavoro che uscì anni fa su Playstation 3, Xbox 360 e PC. L’edizione del 2016 avrà i modelli poligonali migliorati, le texture in alta definizione, la possibilità di scaricare le mod, le luci migliorate e cosi via. Un’edizione che potrebbe riaprire l’appetito di chi ha saltato il titolo sulla vecchia generazione e ingannare l’attesa del sesto The Elder Scrolls.

Altra grande sorpresa è stata annunciata improvvisamente con un trailer di pochi minuti, Prey. Non si sa ancora se si tratta di un reboot, remake, spin off o altro, ma l’annuncio ha sicuramnete gasato non poco gli animi dei giocatori, che attendevano questo annuncio da troppo tempo.

Dishonored 2 dal canto suo non ha lasciato dubbi e con diversi trailer e gameplay ha mostrato tutte le sue carte in tavola. Più di dodici minuti di gameplay hanno dimostrato che migliorare l’eccellenza è possibile, basta solo volerlo. Nuovi modi per compiere le missioni, un IA davvero reattiva, l’ambiente climatico mutabile, nuovi temibili poteri sono solo alcune delle novità introdotte in questo nuovo capitolo, che sembra aver fatto un passo enorme rispetto al suo predecessore, che soffriva comunque una certa penuria per quanto concerne la costruzione prettamente tecnica.

Anche DOOM non è stato da meno degli altri titoli e brevemente sono stati mostrati alcuni nuovi contenuti aggiuntivi che si potranno scaricare (sia gratuitamente sia a pagamento) per l’fps uscito poco tempo fa. Insieme a questi è stata mostrata anche una nuova espansione di The Elder Scrolls Online, che ha ricevuto più applausi di tutti gli altri giochi. Un breve video ha mostrato tutte le potenzialità dell’espansione, i personaggi, mappe e storia.

Non possiamo lamentarci di questa conferenza, che non ci ha sicuramente fatto gridare al miracolo, ma non è stata nemmeno un’ora piatta di titoli stra aspettati.

Prey

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Instagram