Doraemon Color Edition 2 di Fujiko F. Fujio – Recensione

Titolo: Doraemon Color Edition 1
Linea: Seinen
Collana: Star Comics
Serie: Doraemon
Autore: Fujiko F. Fujio
13×18 col. , 160 pp
Titolo da: fumetteria

Quando un mese fa abbiamo intrapreso il percorso con Doraemon Color Edition, abbiamo aperto quel scrigno di ricordi e sensazioni che non provavamo più da tempo. La sensazione dell’eterna giovinezza che ci prendeva ad ogni pagina era altissima, ma poi arrivò la fine. Per fortuna che con l’arrivo del secondo volume abbiamo sperato di rituffarci in quel magico mondo con Nobita, Doraemon, Shizuka e cosi via. Se ci siamo riusciti? Chissà.

L’aquilone sollevante

Come per il precedente volume, anche questa volta ritroveremo ben venti diverse storie con i soliti protagonisti. Alcune ci raccontano dei guai che iniziano proprio per mano della negligenza di Nobita, altri invece per le malefatte dei suoi amici. Giant e Suneo sono infatti soliti nel fare qualche brutto scherzo al povero protagonista o a minacciarlo. In questi casi interviene Doraemon con i suoi chiusky, che però vengono sfruttate sempre in modo avaro dal bambino.

Il Fotoscopio

Come al solito, vengono affrontati i soliti temi del bullismo, ma questi non disturbano mai il lettore facendolo sprofondare nella più cupa depressione. Tutte le tematiche delicate vengono affrontate in modo comico e simpatico, ma sempre interpretabili nel modo giusto dal bambino. Fujiko F. Fujio ha quella capacità di raccontarci la quotidianità e i problemi di un bambino con una semplicità incredibile, ma ovviamente ci mette anche Doraemon. Il gattone robotico, sempre altruista e felice di aiutare il proprio amico sarà però come sempre anche abbastanza sciocco da fidarsi sempre.

Lo stile grafico invece rimane sempre il medesimo di sempre, quello che non ti stanca mai. Una piccola chicca per i fan è stata contenuta alla fine del volume con una delle domande che hanno fatto più volte all’autore, ma non vi diciamo quale, per non rovinarvi la sorpresa. Possiamo però dirvi che tutte le emozioni del primo volume le abbiamo riprovate con la stessa intensa semplicità.