Orfani Sam #4 – Cavalli e Segugi – Recensione

Orfani Sam Cavalli e Segugi Recensioni Recchioni Monteleone

Abbiamo lasciato i nostri due orfani con la distruzione della chiesa della Madre Severa e con Sam messa non proprio bene, ma il viaggio verso la sicurezza deve proseguire. Con il quarto numero di Orfani: Sam, Cavalli e Segugi, è possibile assaporare un lato della storia leggermente diverso. Dietro la sceneggiatura Roberto Recchioni e Michele Monteleone sembrano essersi divertiti parecchio caratterizzando Ringo in maniera goliardica e fuori dal comune. Partiamo per gradi.

Sesso e sparatorie

All’interno del volume possiamo vedere diversi elementi che potrebbero piacere ai lettori. L’elemento serioso ci mostra un sogno di Ringo in cui egli non viene accettato dai suoi ex compagni e anzi, viene cacciato dal vero Ringo. Un momento abbastanza drammatico che serve per mostrare l’animo più profondo di un personaggio cosi originale e particolare. La parte ambientata nel mondo normale invece è del tutto diversa. Ringo raggiunge una città sabbiosa, in cui il crimine sembra essere la parola d’ordine e tra le case raggiunge una sua vecchia amica, molto intima. Dopo alcuni momenti passati a chiacchierare e altri a far l’amore (con tanto di registrazione), inizia la parte divertente. L’azione pura invaderà le tavole e le vignette e la comicità si farà sentire a gran voce. Qualcosa alla fine, però, romperà completamente il ritmo dell’albo.

Teste volanti

Con Cavalli e Segugi ho potuto vedere le grandi potenzialità che si sono aperte nell’ultima stagione di Orfani. L’azione esplode con una potenza incredibile e la cosa importante è che durante tutto il percorso, la storia diverte e strappa più di una risata. Michele Monteleone e Roberto Recchioni si sono sicuramente divertiti parecchio con la scrittura e tanti sono i rimandi ai fumetti maggiori. Non è difficile riconoscere un Deadpool, che qui è Ringo, in tutta la sua sfacciataggine. Guardando bene è possibile vedere inoltre alcuni rimandi a Star Wars e personalmente per me anche a Horizon Zero Dawn.

I disegni sono invece stati gestiti da tre autori di grande spessore come Werther Dell’Edera, Luca Claretti e Luca Casalanguida. Il divario che c’è tra la parte del sogno e quella reale si sente subito senza alcun problema, ma poi arriva l’azione. I combattimenti veloci e taglienti, nonostante il classico stile bonelliano nella costruzione delle vignette, crea un effetto cinematografico davvero niente male.

Autore:Roberto Recchioni, Michele Monteleone (sceneggiatura)

Werther Dell’Edera, Luca Claretti, Luca Casalanguida (disegni)

Stefania Aquaro (colori)

Carmine Di Giandomenico, colori Giovanna Niro (copertina)

Editore:Sergio Bonelli Editore
Genere:Fantascienza – Azione
Prezzo:4.90€
Data:Luglio 2017

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Pubblicità

Pubblicità