DC: il prigioniero di Batman Who Laughs tornerà a mostrarsi ancora

The Batman Who Laughs

Il multiverso oscuro aperto da DC Comics quest’estate con Dark Nights: Metal è stato molto prolifico non solo per le vendite dei volumi, ma anche per la creazione di nuovi personaggi molto particolari. Tra questi ci sono sicuramente i vari Batman malvagi, come il Batman Who Laughs.

Ognuno di questi Cavalieri Oscuri nasconde un oscuro segreto e nasce dall’unione di alcuni degli eroi della Justice League. Queste macabre unioni hanno dato vita al Batman simile al suo acerrimo nemico, Joker. Nel one-shot dedicatogli era possibile vedere un progioniero bendato a cui il nemico raccontava la propria vita e le proprie sofferenze. Il volto di questo prigioniero alla fine rimane un mistero e in molti si erano chiesti se l’avessimo mai rivisto.

Rispondendo ad alcune domande, lo sceneggiatore Scott Snyder ha ammesso che il personaggio bendato tornerà ancora a calcare le pagine dei fumetti DC. Si tratta infatti di un tassello molto importante del grande puzzle.

Ho parlato un po’ di tempo fa delle origini di questo contorto Batman che risiedono nella morte di Joker, che ha liberato un veleno rendendo l’omicida il prossimo Joker. Come sempre una storia sconvolgente che si cela dietro a questo Cavaliere Malvagio. Nell’immagine mostrata un pò’ di tempo fa si vedeva alla guida dell’auto Batman, ma dietro alla mitragliatrice troviamo Robin, mentre Raven dei Teen Titans è in prigione nella bolla.
Le tavole sono state disegnate da Riley Rossmo (Cowboy Ninja Viking, Batman/The Shadow), mentre la sceneggiatura è stata scritturata da James T. Tynion IV e la sua uscita è prevista per il 15 novembre.

Pochi giorni fa sono state svelate le origini di alcuni Batman malvagi ed è trapelata la notizia della vittoria totale di Metal nelle vendite negli USA. La serie principale è stata riempita con alcuni interessanti easter egg, che faranno sicuramente piacere ai fan.

Dark Nights: Metal #5 arriverà nelle fumetterie statunitensi a partire dal 31 gennaio 2018 e successivamente, a febbraio vedremo il sesto e l’ultimo numero di questo evento.

FONTE: CBR

Pubblicità

Telegram

Pubblicità

Pubblicità