Lamù Color Special Edition di Rumiko Takahashi #1-2-Recensione

La bella e provocante Lamù, l’aliena col bikini leopardato che nell’Italia degli anni 80 conquistò con la sua controparte animata il cuore di spettatori sia giovani che adulti, ritorna in un’edizione Color Special targata Star Comics, con tavole a colori e di grande formato, pronta con le sue storie ad essere riletta per far emozionare di nuovo i fan di vecchia data e, perché no, ad essere riscoperta, con una nuova veste a colori, da chi non ha avuto la possibilità di leggere all’epoca l’opera più famosa di Rumiko Takahashi, Urusei Yatsura.

Amore del terzo tipo

Partiamo con un po’ di trama. Un giorno gli Oni (creature del folklore giapponese) giungono dallo spazio per conquistare la Terra, offrendo però una possibilità di salvezza per gli abitanti del pianeta: se un essere umano scelto a caso riuscirà a toccare le corna di Lamù, la figlia del capo degli Oni, essi rinunceranno alla loro conquista. La scelta ricade su uno stupido e sfortunato giovane, di nome Ataru Moroboshi, che nel suo quartiere ha la fama di essere un gran donnaiolo. Dopo parecchi tentativi andati a male, Shinobu Miyake, la fidanzata di Ataru, gli promette che se vincerà la sfida, ella lo sposerà; così l’indomani Ataru, piuttosto preso dal suo incoraggiamento, riesce finalmente a toccare le corna di Lamù, ma nell’esaltazione per la sua vittoria, il giovane esclama che ora potrà sposarsi, facendo fraintendere alla bella aliena che Ataru voglia sposare lei: così detto così fatto, Lamù accetta la falsa proposta di matrimonio, ferendo così i sentimenti di Shinobu che di conseguenza rifiuta di sposare lo sfortunato Ataru, il quale dovrà convivere sulla Terra con Lamù per il resto dei suoi giorni.

Questo sarà l’evento che darà il via ad una serie di situazioni al limite fra il normale e il paranormale, dove personaggi come creature del folklore giapponese, ninja, robot, alieni e quant’altro saranno all’ordine del giorno per il protagonista della storia, Ataru, un giovane che seppur non mancherà mai di attingere ai suoi ideali fondati dall’ossessione per le donne fino ad una vera e propria vena antieroistica, finendo talvolta nel far suscitare odio e disprezzo in noi lettori (un personaggio piuttosto riuscito sotto questo punto di vista), sarà lui a far da motore principale per i numerosi capitoli dell’opera, infarciti con gag comiche, situazioni assurde, un pizzico di sentimentalismo, un po’ di erotismo piuttosto soft, ed un piacevole intrattenimento, grazie soprattutto alla peculiare leggerezza nella narrazione e nei dialoghi, rendendo l’opera ideale da leggere in momenti di gradevole spensieratezza.
In molte occasioni, inoltre, Lamù fungerà da ottima spalla comica nel tenere a bada gli irrefrenabili impulsi di Ataru: i due non mancheranno di certo a strapparci un sorriso durante la lettura, ma anche un tocco di compassione sulla relazione che lega i due giovani “amanti”, poiché la determinazione di Lamù non le lascerà mai mollare la presa nel conquistare il cuore del suo tesoruccio, nonostante i mille e chissà quanti altri ancora rifiuti da parte di Ataru, che benché sia infastidito dall’avere un’aliena gironzolargli intorno dalla mattina alla sera, comincerà pian piano ad affezionarsi a Lamù e forse, un giorno, riuscirà ad accettare i suoi sentimenti…speriamo.
La Takahashi riesce inoltre a dare una buona fetta di spazio ad ogni personaggio secondario dell’opera, sia in interi capitoli dedicati completamente ad essi, sia nei momenti in cui faranno da supporto ai principali; mentre, nonostante gli anni passati, il tratto pulito e lineare della mangaka resta comunque d’impatto e capace di rendere più scorrevole la lettura.

La Color Special Edition

I due volumi della Color Special edition offrono una corposa raccolta di capitoli colorati dall’autrice stessa a toni rossi e neri, accompagnate da magnifiche illustrazioni completamente a colori ad ogni inizio capitolo. Le storie sono scollegate tra loro, permettendo così una lettura slegata e libera per ognuna di esse, fatta purtroppo eccezione per alcuni capitoli divisi in parti non presenti nell’edizione in questione. Una vera chicca sono invece le interviste alla mangaka in fondo al volume, che trattano curiosità, commenti e dettagli sulla colorazione e la lavorazione di alcuni capitoli della Takahashi. In conclusione, consiglio l’acquisto di questa edizione in primis ai fan di Lamù, e su questo non ci piove, ma anche a chi avesse voglia di farsi un’infarinatura generale sull’opera in questione o se si è indecisi o meno nel recuperare l’ormai esaurita edizione “sottiletta” della Star Comics, poiché ancora non è presente alcuna ristampa da parte della suddetta casa editrice, ma chissà che in futuro non avremo la sorpresa di ritrovarci nelle edicole l’ormai cara e mai vecchia Lamù.

Autore:Rumiko Takahashi (sceneggiatura)

Rumiko Takahashi (disegni)

Formato:14,5×21 cm, B, 320 pp., col – b/n
Editore:Star Coomics
Genere:Shone
Prezzo:9.00€
Data:2017

Sull'autore

Riccardo Fedeli

Riccardo Fedeli

Cresciuto sin da piccolo tra un videogioco e un Topolino, con l'avanzare del tempo mi approcciai sempre più superficialmente a questi due mondi, definendoli dei semplici hobby. In questi ultimi anni, ho deciso di dedicarmi con passione e costanza al mondo del fumetto, dei videogiochi e dell'animazione, dilettandomi nell'analizzare e nel recensire opere di vario genere, senza dimenticare di lasciarmi trasportare ed emozionare da ciò che un'opera ha da offrirmi, mantenendo sempre quel tocco di razionalità.

Pubblicità

Pubblicità