Giochi violenti

Gli USA riflettono sulla possibilità di applicare più tasse ai giochi violenti

Negli USA, il rappresentante del Partito Repubblicano di Rhode Island, Robert Nardolillo III, ha mostrato un disegno di legge per aumentare l’aliquota fiscale nei giochi violenti, ovvero quelli classificati come “maturi” o “solo per adulti” da ESRB.

La legge prevede una tassa aggiuntiva del 10% su questa tipologia di giochi, i cui introiti generati verrebbero stanziati per migliorare “le risorse di salute mentale e di consulenza nelle scuole”. Questa proposta arriva dopo la strage Parkland High School in Florida, che ha provocato 14 morti e almeno 17 feriti, nonostante il fatto che diversi studi hanno accertato che i videogiochi non sono la causa delle sparatorie che si verificano negli USA.

Tuttavia, questo non ha impedito ai politici del territorio di incolpare i videogiochi di sparatorie e comportamenti violenti, culminando in iniziative come questa, ora che la popolazione è più indignata che mai con la vendita delle armi nel paese.

Voi siete favorevoli o contrari a questa proposta di legge? Pensate ci sia un legame tra giochi violenti e comportamenti aggressivi? Fatecelo sapere nei commenti.

Pubblicato da State Rep. Bobby Nardolillo District 28 Coventry su Mercoledì 21 febbraio 2018

FONTE: Rolling Stone

Sull'autore

Luigi Fulchini

Studente e uno dei fondatori di HavocPoint.it. Scrive di videogiochi.

Instagram