Pinguino: Dolore e Pregiudizio – Recensione

Pinguino: Dolore e Pregiudizio

Una persona non nasce malvagia, questo è appurato da tanto tempo. Un individuo diventa malvagio in base alle condizioni nelle quali è costretto a crescere e per attestarlo ci basta leggere la storia dei più pericolosi criminali. Anche nel mondo dei fumetti succede una cosa simile e a tutti noi piace vedere la realtà che si cela dietro a un comportamento criminale. Nell’universo DC, poi, ogni personaggio ha una sua parte umana, ma che per un motivo o un altro sembra non esistere, tranne che per flashback. Proprio questo è il caso dell’albo di cui vi sto per parlare. O almeno lo è in parte. Pinguino: Dolore e Pregiudizio firmato da Gregg Hurwitz e Szymon Kudranski ed edito in Italia per conto di RW Edizioni ci racconta una parte della verità che si cela dietro al temibile personaggio del Pinguino.

Il Dolore

La storia in questione è una miniserie composta da cinque numeri raccolti in uno solo e ovviamente si incentra sulle gesta del Pinguino. La narrazione e quella in prima persona e va in due linee temporali diverse, quella del presente e del passato. La nascita di Oswald ha rallegrato la madre, che ha visto in lui un bimbo bellissimo, ma ha scatenato il disgusto del padre. Ogni madre è in fondo cosi e ama suo figlio cosi com’è. Ovviamente la sua vita non è facile fin dalla più tenera età. I ragazzi lo considerano un “diverso” e per questo motivo approfittano di ogni motivo per picchiarlo e umiliarlo. Viene annientata quell’umanità che il piccolo Oswald possiede in quantità smisurata e viene ucciso anche tutto il resto. Le sue uniche amiche sono delle colombe e sua madre, ma le prime vengono barbaramente annientate dai ragazzi che si divertono a torturarlo. L’odio cresce impetuoso all’interno del giovane ragazzo, che alla fine perderà anche la più piccola briciola di pietà e finirà per far del male un po’ a tutti.

Nel presente vediamo un Pinguino freddo e calcolatore, pronto a tutto pur di impossessarsi delle ricchezze degli altri. Ci viene mostrato il suo lato sadico. Un esempio su tutti e il cameriere che gli risponde male e finisce con la vita distrutta perché incastrato per la morte della propria famiglia e di altre persone. Nonostante questo, però, Oswald continua ad amare sua madre, costretta su un letto in uno stato di apparente demenza e fa di tutto per farla felice. A questo bel quadro si aggiungerà anche una donna, per la quale Oswald proverà amore, ma a modo suo.

Il Pregiudizio

Questo è un albo che potrebbe spaccare in due il pubblico. Da una parte chi apprezza il tentativo di narrarci la gioventù di uno dei villain più interessanti e dall’altra parte chi non lo apprezza. Per me è stato un bel viaggio in un passato turbolento e fatto di violenza verso chi ha un aspetto diverso. Niente di innovativo probabilmente, ma allo stesso momento si tratta di un modo parecchio interessante di dare giustizia a questo personaggio. La narrazione in prima persona talvolta si trascina a fatica, sopratutto quando l’ambientazione è quella odierna. Gregg Hurwitz da del suo meglio quando a parlare sono i ricordi di un bambino spaventato e odiato da tutti, perfino dalla famiglia. Molto interessante il cambio continuo dell’ambientazione, che fa un continuo switch verso una maggiore introspezione. I dialoghi invece sono quelli che ci si aspettano da questo personaggio, veloci, senza fronzoli e taglienti.

Dietro le matite invece troviamo Szymon Kudranski, che dipinge in modo perfetto tutta la vicenda. Dei toni quasi pulp dipingono le scene in cui il crimine regna sovrano. Le ambientazioni sono state dipinte da ambo i lati in modo preciso e diretto e a colpire sono sopratutto alcune scene del passato. Non tutte le verità vengono comunque svelate su Oswald, questo è poco, ma sicuro. Tuttavia ciò che abbiamo visto è qualcosa di interessante. La regia nonostante una certa semplicità descrive le scene in modo dettagliato, ma senza dimenticare tutti i dettagli di contorno.

Autore:Gregg Hurwitz (storia)

Szymon Kudranski (disegni)

Editore:RW Edizioni – DC Comics
Genere:Thriller – Supereroi
Prezzo:18.00€
Data:2018 (ristampa)

Pinguino: Dolore e Pregiudizio

Pubblicità

Telegram

Pubblicità

Facebook Feed

Foto dal post di Havocpoint.it

Havocpoint.it

23 ore 19 minuti fa

Svelate le cover di Spawn #301.

Havocpoint.it

23 ore 29 minuti fa

Mondo ha mostrato questo poster in edizione limitata di Spider-Man: Un Nuovo Universo.

Havocpoint.it

23 ore 32 minuti fa

L'aeronave in Minecraft fa più paura del più spaventoso dei mostri

Havocpoint.it

1 giorno 1 ora fa

E se The Witcher fosse ambientato negli anni 80?

Pubblicità

Inline
Inline