Annunciati i 30 circuiti di Ride 3

Milestone ha annunciato quest’oggi che il suo gioco di guida Ride 3 conterrà la bellezza di 30 circuiti differenti. Questi andranno dalle classiche piste più iconiche di tutto il mondo, su rinomati circuiti cittadini e attraversando panorami mozzafiato, per gustarsi il piacere della guida in tutte le sue sfumature

Grazie all’utilizzo della aerofotogrammetria e del drone-scanning, il team di sviluppo ha raccolto tutti i dati necessari per riprodurre fedelmente ambienti e dettagli dei tracciati, per un’esperienza di gioco ancora più immersiva.

Ecco quali saranno le categorie dei tracciati disponibili al lancio:

GP – la massima espressione della velocità, su circuiti iconici come Autodromo Nazionale Di Monza, Donington Park Circuit, Circuit De Nevers Magny-Cours, Nürburgring e molti altri.

COUNTRY – per correre immersi in alcuni dei panorami più belli del mondo, sulle strade più amate dai motociclisti come Garda e Tenerife.

CITY CIRCUIT – una delle sfide più ardue, una gara in notturna sulle strette strade cittadine di Macau.

SUPERMOTARD – per driftare come si deve è necessario correre su circuiti che permettano di sfruttare al meglio le caratteristiche del mezzo, come Autodromo di Franciacorta e Pista South Milano – Ottobiano, su cui è disponibile anche la variante off-road, e Castelletto Circuit.

ROAD RACING – strade cittadine che in particolari occasioni si trasformano in circuiti per bolidi a due ruote come Ulster GP, Southern 100, Imatra e molti altri.

DRAG RACE – molti cavalli, una lunga strada dritta e un solo obiettivo, essere il più veloce. Mai sentito parlare di Route 66 o Salt Flats?

Tag

Pubblicità

Telegram

Pubblicità

Facebook Feed

Foto dal post di Havocpoint.it

Havocpoint.it

22 ore 22 minuti fa

Svelate le cover di Spawn #301.

Havocpoint.it

22 ore 32 minuti fa

Mondo ha mostrato questo poster in edizione limitata di Spider-Man: Un Nuovo Universo.

Havocpoint.it

22 ore 35 minuti fa

L'aeronave in Minecraft fa più paura del più spaventoso dei mostri

Havocpoint.it

1 giorno 52 minuti fa

E se The Witcher fosse ambientato negli anni 80?

Pubblicità

Inline
Inline