Batman #65 – Recensione

Batman_65_4

Detective Comics sta per raggiungere il suo fatidico numero 1000. Attualmente siamo a 999 e ovviamente siamo tutti in totale fermento. Nel frattempo la serie Batman ha raggiunto il 65, ma per alcuni numero abbiamo visto l’allontanamento di Tom King dalle redini del fumetto e cosi è cambiata anche la metodologia narrativa. Quindi eccomi a parlarvi del ritorno di Gotham Girl, anche se sinceramente non vedo l’ora di arrivare finalmente al numero 70 e di vedere tutta la questione con il padre di Bruce.

Quella di Batman e Flash è un’amcizia che dura da tantissimi anni e per certi versi è perfetta. I due si completano a vicenda con i loro caratteri diametralmente opposti. Gli eventi accaduti in Heroes in Crisi, però, hanno scosso in modo considerevole l’uomo più veloce del mondo, che aveva mostrato la propria rabbia sull’amico nel numero 64. Stavolta però abbiamo visto la rinascita di due eroi psicopatici che hanno tentato di tutto pur di diventare degli eroi, anche se non riuscendo nell’impresa.

Gotham Girl ha svegliato Gotham Boy, che totalmente fuori controllo ha iniziato a mietere vittime senza alcun ritegno. Fermare due esseri cosi potenti sarebbe un’impresa parecchio ardua, ma a renderla ancora più difficile ci ha pensato l’estrema imprevidibilità dei due. Inoltre non dimentichiamo che alla fine Batman non è un assassino e non lo è nemmeno l’eterno buonista Flash. I due non vogliono spingere Gotham Girl al proprio limite perché ciò porterebbe in automatico alla sua morte.

Tom King durante le sue run ha reso Batman molto umano togliendo spesso l’aspetto supereroistico. Invece il suo collega Joshua Williamson ha pensato di riprendere l’eroe come un picchiatore. Il tema forte del numero 65 permette comunque una grande varietà di scene d’azione e di collaborazione tra due vecchi amici che sembrano non esserlo più di tanto ormai. Una collaborazione costrittiva insomma che non funzionerà a lungo. Flash non si fida più del suo vecchio amico perché questi gli nasconde tutto e sappiamo tutti che lo fa con tutti e sempre.

La parte grafica è firmata da Guillem March che in modo preciso e dettagliato descrive delle scene d’azione parecchio interessanti. Si tratta infatti di una collaborazione perfetta con lo sceneggiatore e regala parecchie scene interessanti. Il volto di Gotham Girl è stato disegnato in modo tale da farla sembrare una pazza fuori di testa e questo tentativo è davvero riuscitissimo. Ora non ci resta che attendere il nuovo numero.

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Pubblicità

Pubblicità