Shadowman: Paura del Buio #1 – Recensione

Shadowman: Paura del Buio

Star Comics sta continuando la sua bellissima avventura con l’universo Valiant e attualmente siamo arrivati a delle nuove uscite che mi hanno fatto più o meno piacere. Vi ho parlato ovviamente di Bloodshot, che giunge al termine della gestione Lemire, ma stavolta parliamo di qualcos’altro. Un personaggio oscuro e potente che nasce nel 1992 e che da quel X-O Manowar ne ha fatto di strada. Purtroppo bisogna dire da subito che avrei preferito una maggiore cura di marketing da parte dell’editore per mettere in risalto ogni opera, ogni fumetto e personaggio pubblicato, ma di questo ne parleremo la prossima volta. Magari in un apposito speciale. Intanto tuffiamoci in questa recensione di Shadowman: Paura del Buio #1.

Dopo tanti anni di elisio nel mondo dei morti Jack Boniface è pronto per tornare sulla terra, nel momento in cui la donna che ha lasciato era nel pieno pericolo. Un momento di idilliaco piacere per i fan, che trovano quindi il personaggio nuovamente integro tra noi, ma non senza qualche sorpresa. Il barone Samedi non ha gradito la scomparsa di Jack dal regno dei morti e ha deciso di tenere per se stesso la falce del protagonista. Questa sarà una giusta motivazione per andare a riprenderla, ma ovviamente non senza qualche problema in vista.

Ciò che Andy Diggle cerca di fare con questa nuova serie di Shadowman è farci apprezzare nuovamente un personaggio cosi particolare, che abbiamo visto anche nel secondo numero di Bloodshot. I personaggi si muovono in modo deciso sulle pagine e forse l’edizione italiana non doveva chiamarsi “Nuova Serie”. Se da una parte ci troviamo in effetti davanti a una nuova serie sopratutto dal lato grafico dell’albo, dall’altro è un continuo dei precedenti volumi statunitensi. Troviamo i personaggi già stabiliti e costruiti e per un novellino nel campo Valiant un numero del genere risulterebbe parecchio fuorviante.

Jack comunque è sempre il solito personaggio particolare ed impulsivo che abbiamo imparato ad apprezzare e i suoi poteri sono forse la cosa più supereroistica di casa Valiant mostrata negli ultimi anni. Allo stesso modo anche gli altri personaggi mostrano i muscoli fin da subito con una personalità descritta nei minimi dettagli e con ogni azione giustificata.

Stephen Segovia e Adam Pollina con le loro matite creano uno spettacolo che getta l’immaginazione verso il messico, ma donando anche un’impronta horror all’intera storia. I tratti dei volti ci ricordano sempre chi sono i personaggi sullo schermo, mentre il paesaggio cambia forma, colore e consistenza. Molto interessante risulta essere la resa dell’altro mondo e quella del barone Samedi, che personalmente ho trovato parecchio interessante sotto molti punti di vista.

Shadowman: Paura del Buio Book Cover Shadowman: Paura del Buio
Shadowman
Andy Diggle, Stephen Segovia
Supereroi, thriller
Star Comics
17/04/2019
17x26
112

 

"

Senza esserne a conoscenza, Jack Boniface, rimasto orfano in tenera età e cresciuto ai margini della società, era destinato a diventare l’ultimo di una stirpe di Shadowmen: mortali legati ai loa, spiriti del voodoo violenti e dall’immenso potere, incaricati di salvaguardare il nostro mondo da invasioni provenienti da regni ultraterreni. Per anni, Jack ha cercato disperatamente di controllare le pulsioni omicide del suo loa: una battaglia che infine ha perso.
Ma ora, dopo anni di esilio autoimposto, l’uomo un tempo noto come Shadowman sta tornando a casa per affinare la sua arma interiore… e scatenare contro i malvagi del nostro mondo la sua furia."

Pubblicità

Sconti e Offerte

Havocpoint.it
Havocpoint.it12/06/2020 @ 10:02
I lunedì da supereroi proseguono su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) con la prima stagione in prima visione di “Marvel’s Daredevil”: dal 15 giugno “l’uomo senza paura” creato dal genio di Stan Lee arriva con doppio episodio alle 21.20.

Nato nel 1964 dalla penna di Stan Lee e le matite del disegnatore Bill Everett, Daredevil è uno dei più celebri e amati personaggi Marvel Comics che incarna alla perfezione il principio di “supereroe con super-problemi” caldeggiato dalla Casa delle Idee nel suo periodo di maggior attività creativa. Vittima di un incidente quando era solo un bambino, che lo ha privato della vista, Matt Murdock subisce una misteriosa mutazione a tutti gli altri sensi, acuiti in seguito al contatto con una sostanza radioattiva. Seguendo la sua vocazione di diventare uno stimato avvocato, Matt si impegna anche nella lotta fisica al crimine diventando l’eroe Daredevil, protettore del quartiere Hell’s Kicthen.
Premiata nel 2003 con il prestigioso Will Eisner Award come migliore serie a fumetti continuativa, visto che in 40 anni non ha mai smesso di uscire in edicola, Daredevil ha un imponente seguito di fan tanto da essere stato inserito dal portale IGN al decimo posto tra i 100 migliori eroi dei fumetti. Popolarità che ha portato l’avvocato cieco di Hell’s Kitchen ad essere trasposto al cinema proprio nel 2003, con un lungometraggio interpretato da Ben Affleck, e diventare successivamente protagonista di una fortunata serie tv in tre stagioni prodotta da Marvel Television.

Marvel’s Daredevil è stata ideata da Drew Goddard, sceneggiatore per serie di successo come Lost e Alias e candidato agli Oscar per la sceneggiatura di The Martian – Sopravvissuto di Ridley Scott, nonché regista dell’horror Quella casa nel bosco e del pulp 7 sconosciuti a El Royale. Lo showrunner della prima stagione di Marvel’s Daredevil è invece Steven S. DeKnight, creatore della serie tv Spartacus e regista e sceneggiatore del blockbuster di fantascienza Pacific Rim – La rivolta.
Vincitrice di 1 Staurn Award nel 2016 come migliore serie tv dell’anno e candidata a 2 Emmys, Marvel’s Daredevil detiene tutt’ora uno dei maggiori punteggi nell’aggregatore di recensioni professionali Rotten Tomatoes con il 98% di giudizi critici positivi.

Il successo della serie Marvel’s Daredevil è da imputare a un realismo insolito per i prodotti tratti dai fumetti di supereroi e da un tono adulto che la distingue dalle avventure delle altre opere inserite nel contesto del Marvel Cinematic Universe, nel quale, al cinema, si muovono i celebri film sugli Avengers e in tv Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. e Marvel’s Runaways.
Inoltre, Marvel’s Daredevil ha fatto da apripista a un ampio progetto seriale che ha compreso anche le serie tv Jessica Jones, Luke Cage e Iron Fist, poi confluite un una stagione crossover intitolata The Defenders.

Nel cast della prima stagione di Marvel’s Daredevil troviamo Charlie Cox (Boadwalk Empire) nei panni dell’avvocato Matt Murdock e del suo alter-ego Daredevil, Elden Henson (Hunger Games – Il canto della rivolta) in quelli dell’amico e collega Foggy Nelson e Deborah Ann Wall (Escape Room) come Karen Page, futura segretaria nello studio legale Nelson & Murdock. Nel ruolo dello storico villain William Fisk, boss della mala noto come Kingpin, troviamo l’attore Vincent D’Onofrio; mentre Rosario Dawson interpreta l’infermiera Claire Temple, personaggio comune a tutte le serie che compongono il progetto The Defenders.
Havocpoint.it
Havocpoint.it12/06/2020 @ 9:57
Dal 14 giugno i pomeriggi di Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) ospiteranno la dodicesima stagione di “Doctor Who”, ogni giorno alle 15.50, con gli episodi in prima visione assoluta che hanno per protagonista l’attrice Jodie Whittaker, il primo Dottore donna nella storia della popolarissima serie tv britannica.
Nata nell’ormai lontano 1963, la serie Doctor Who vede al centro della storia il Dottore, eccentrico protagonista di origine extraterrestre con il potere di reincarnarsi e di viaggiare nello spazio-tempo, che dalla scorsa stagione ha il volto dell’attrice Jodie Whittaker.

Accompagnato dai suoi tre migliori amici, Ryan, Yaz e Graham, il Tredicesimo Dottore è pronto per affrontare le sue sfide più difficili. La serie prende il via con il doppio episodio Spyfall, che già dal titolo omaggia il nuovo corso della celebre saga cinematografica di James Bond, a cui faranno seguito numerose avventure che metteranno i protagonisti faccia a faccia con terrificanti mostri extraterrestri, viaggi nel tempo e una miriade di minacce spaziali, oltre al ritorno di creature storiche per la serie come i Cybermen e i Judoon.

Una stagione caratterizzata anche da guest star del calibro di Stephen Fry, Sir Lenny Henry, Robert Glenister e Goran Višnjić.
Havocpoint.it
Havocpoint.it ha aggiornato il suo stato.12/06/2020 @ 9:55
Come sospettavo. Sony ha chiarito un po' di faccende su Spider-Man: Miles Morales. Non si tratta di un vero e proprio nuovo gioco, ma di un'espansione che troveremo con la versione PS5 del capitolo già uscito.
Havocpoint.it
Havocpoint.it12/06/2020 @ 6:08
Havocpoint.it
Havocpoint.it12/06/2020 @ 6:06
Interessante l'ambientazione del nuovo Horizon. Una delle cose più belle del primo capitolo era proprio l'ambientazione in fin dei conti.

Pubblicità