Chris Evans si scaglia contro chi vuole un pride dedicato agli etero

Chris Evans

Il mese di giugno è molto importante per la comunità LGBTQ in quanto si celebra l’orgoglio di una comunità che ancor oggi viene bistrattata dai più. Proprio durante questo mese dei pride alcune persone hanno cercato di proporre la becera idea di realizzare dei pride dedicati agli etero. La risposta di Chris Evans non si è fatta attendere però e Captain America ha scelto subito la propria parte.

Fantastica iniziativa, ragazzi !! Solo un pensiero, invece della sfilata dello “Straight Pride”, che ne dite di questo: “Cercando disperatamente di seppellire le nostre stesse pulsioni omosessuali essendo omofobi perché nessuno ci ha insegnato come accedere alle nostre emozioni alle parate per bambini? Cosa ne pensate? Troppo fastidioso?

Pubblicità

Sconti e Offerte

Havocpoint.it
Havocpoint.it12/06/2020 @ 10:02
I lunedì da supereroi proseguono su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) con la prima stagione in prima visione di “Marvel’s Daredevil”: dal 15 giugno “l’uomo senza paura” creato dal genio di Stan Lee arriva con doppio episodio alle 21.20.

Nato nel 1964 dalla penna di Stan Lee e le matite del disegnatore Bill Everett, Daredevil è uno dei più celebri e amati personaggi Marvel Comics che incarna alla perfezione il principio di “supereroe con super-problemi” caldeggiato dalla Casa delle Idee nel suo periodo di maggior attività creativa. Vittima di un incidente quando era solo un bambino, che lo ha privato della vista, Matt Murdock subisce una misteriosa mutazione a tutti gli altri sensi, acuiti in seguito al contatto con una sostanza radioattiva. Seguendo la sua vocazione di diventare uno stimato avvocato, Matt si impegna anche nella lotta fisica al crimine diventando l’eroe Daredevil, protettore del quartiere Hell’s Kicthen.
Premiata nel 2003 con il prestigioso Will Eisner Award come migliore serie a fumetti continuativa, visto che in 40 anni non ha mai smesso di uscire in edicola, Daredevil ha un imponente seguito di fan tanto da essere stato inserito dal portale IGN al decimo posto tra i 100 migliori eroi dei fumetti. Popolarità che ha portato l’avvocato cieco di Hell’s Kitchen ad essere trasposto al cinema proprio nel 2003, con un lungometraggio interpretato da Ben Affleck, e diventare successivamente protagonista di una fortunata serie tv in tre stagioni prodotta da Marvel Television.

Marvel’s Daredevil è stata ideata da Drew Goddard, sceneggiatore per serie di successo come Lost e Alias e candidato agli Oscar per la sceneggiatura di The Martian – Sopravvissuto di Ridley Scott, nonché regista dell’horror Quella casa nel bosco e del pulp 7 sconosciuti a El Royale. Lo showrunner della prima stagione di Marvel’s Daredevil è invece Steven S. DeKnight, creatore della serie tv Spartacus e regista e sceneggiatore del blockbuster di fantascienza Pacific Rim – La rivolta.
Vincitrice di 1 Staurn Award nel 2016 come migliore serie tv dell’anno e candidata a 2 Emmys, Marvel’s Daredevil detiene tutt’ora uno dei maggiori punteggi nell’aggregatore di recensioni professionali Rotten Tomatoes con il 98% di giudizi critici positivi.

Il successo della serie Marvel’s Daredevil è da imputare a un realismo insolito per i prodotti tratti dai fumetti di supereroi e da un tono adulto che la distingue dalle avventure delle altre opere inserite nel contesto del Marvel Cinematic Universe, nel quale, al cinema, si muovono i celebri film sugli Avengers e in tv Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. e Marvel’s Runaways.
Inoltre, Marvel’s Daredevil ha fatto da apripista a un ampio progetto seriale che ha compreso anche le serie tv Jessica Jones, Luke Cage e Iron Fist, poi confluite un una stagione crossover intitolata The Defenders.

Nel cast della prima stagione di Marvel’s Daredevil troviamo Charlie Cox (Boadwalk Empire) nei panni dell’avvocato Matt Murdock e del suo alter-ego Daredevil, Elden Henson (Hunger Games – Il canto della rivolta) in quelli dell’amico e collega Foggy Nelson e Deborah Ann Wall (Escape Room) come Karen Page, futura segretaria nello studio legale Nelson & Murdock. Nel ruolo dello storico villain William Fisk, boss della mala noto come Kingpin, troviamo l’attore Vincent D’Onofrio; mentre Rosario Dawson interpreta l’infermiera Claire Temple, personaggio comune a tutte le serie che compongono il progetto The Defenders.
Havocpoint.it
Havocpoint.it12/06/2020 @ 9:57
Dal 14 giugno i pomeriggi di Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) ospiteranno la dodicesima stagione di “Doctor Who”, ogni giorno alle 15.50, con gli episodi in prima visione assoluta che hanno per protagonista l’attrice Jodie Whittaker, il primo Dottore donna nella storia della popolarissima serie tv britannica.
Nata nell’ormai lontano 1963, la serie Doctor Who vede al centro della storia il Dottore, eccentrico protagonista di origine extraterrestre con il potere di reincarnarsi e di viaggiare nello spazio-tempo, che dalla scorsa stagione ha il volto dell’attrice Jodie Whittaker.

Accompagnato dai suoi tre migliori amici, Ryan, Yaz e Graham, il Tredicesimo Dottore è pronto per affrontare le sue sfide più difficili. La serie prende il via con il doppio episodio Spyfall, che già dal titolo omaggia il nuovo corso della celebre saga cinematografica di James Bond, a cui faranno seguito numerose avventure che metteranno i protagonisti faccia a faccia con terrificanti mostri extraterrestri, viaggi nel tempo e una miriade di minacce spaziali, oltre al ritorno di creature storiche per la serie come i Cybermen e i Judoon.

Una stagione caratterizzata anche da guest star del calibro di Stephen Fry, Sir Lenny Henry, Robert Glenister e Goran Višnjić.
Havocpoint.it
Havocpoint.it12/06/2020 @ 9:55
Come sospettavo. Sony ha chiarito un po' di faccende su Spider-Man: Miles Morales. Non si tratta di un vero e proprio nuovo gioco, ma di un'espansione che troveremo con la versione "rimasterizzata" del capitolo già uscito.
Havocpoint.it
Havocpoint.it12/06/2020 @ 6:08
Havocpoint.it
Havocpoint.it12/06/2020 @ 6:06
Interessante l'ambientazione del nuovo Horizon. Una delle cose più belle del primo capitolo era proprio l'ambientazione in fin dei conti.

Pubblicità