Per gli sceneggiatori di Endgame non pensano che la colpa dello schiocco di Thanos sia di Star-Lord

Avengers: Infinity War

Gli sceneggiatori di Avengers: Endgame, Christopher Markus e Stephen McFeely ultimamente hanno parlato di quel che ha portato allo Snap e quindi al sterminio di metà dell’universo. Come sapete, in molti accusano di tutto il solo Star-Lord, che in un impeto di rabbia si è scagliato contro il Titano, fermando quella che poteva essere una controffensiva vincente. I due sceneggiatori non ci stanno e non incolpano Star-Lord, non da solo almeno.

Vi ricordo che dopo aver appreso della morte di Gamora per mano del Titano, Star-Lord perde le staffe e si getta contro il nemico. Facendo questo da un margine di possibilità a Thanos di fuggire e di tornare sulla terra per l’ultima gemma, prima di sterminare mezzo universo.

“Non credo che abbia rovinato: se sei di fronte al padre della tua ragazza e scopri che ha appena ucciso la tua ragazza, lo colpirai in faccia. Voglio dire, non c’è niente che ti impedisca di colpirlo in faccia “, disse Markus.

“Penso che sia totalmente ed emotivamente comprensibile, in particolare quando aggiungi la scena in cui avrebbe dovuto ucciderla. Voglio dire, è un grande mindf-k essere in una situazione in cui hai fallito che poi ha permesso a suo padre di ucciderla. E per avere successo la cosa giusta che avresti dovuto fare da brava persona era uccidere la tua ragazza. Al momento è molto stressato. “

Altri motivi per cui tutti hanno fallito è un Thor che non ha pensato a niente e nessuno nel territorio di Wakanda, credendo di fare tutto da solo o Captain America e Iron Man, che piuttosto che collaborare hanno pensato bene a tenere il broncio.

Insomma, la colpa è un po’ di tutti, ma almeno Star-Lord aveva un motivo valido per colpire il proprio nemico.

FONTE: Comicbook

Pubblicità

Pubblicità