Death Stranding e quel primo gameplay mostrato alla Gamescom

Nel corso delle grandi conferenze siamo ormai abituati a scoprire revel, trailer ed ulteriori informazioni sui titoli più attesi nel prossimo futuro ed anche stavolta non c’è stata un’eccezione visto che nel corso della Gamescom a Colonia, e più precisamente durante l’Opening Night Live presentata dall’onnipresente Geoff Keighley, il design nipponico Hideo Kojima ha mostrato “a modo suo” tante novità su Death Stranding. Nonostante già sapevamo che il creator giapponese sarebbe stato presente all’evento, non avevamo idea di quello che avrebbe svelato…ma finalmente è giunto il momento di scoprirlo.

La sua presenza sul palco, oltre a mandare in visibilio un pubblico piuttosto impalbabile fino a quel momento, è stata preziosa per introdurre un nuovo trailer stavolta dedicato a Mama, uno dei personaggi presenti nel gioco la quale è interpretata dalla bellissima Margaret Qualley, cui è immediatamente seguita un’altra clip stavolta dedicata all’enigmatico Deadman interpretato da Guillermo del Toro.

Entrambi i filmati hanno cercato di diradare alcuni dubbi sulla natura dei Bridges Baby (BB) sottolineando ancora una volta il labile confine che esiste tra “l’altro lato” ed il mondo dei vivi, due dimensioni che vengono edulcorate mediante il concetto dello “Strand“, ancora del tutto da chiarire nella sua interezza sia a livello narrativo che di gameplay.

Ma il piatto forte della serata giunge proprio in merito al gameplay, rivelatosi con un video presentato in anteprima assoluta il quale, oltre a mostrare a sorpresa un simpatico cameo di Geoff Keighley, il filmato in questione esordisce con Sam che, dapprima appisolato si sveglia non solo per placare i suoi bisogni fisiologici, ma lo vediamo dirigersi verso una sorta di “stazione di consegna“, dove, dopo aver consegnato un carico, vediamo apparire un ologramma che si rivolge al portapacchi della Bridges. In seguito l’azione si sposta nuovamente all’esterno, dove possiamo assistere, dopo una rovinosa caduta del nostro protagonista, ad una particolare meccanica che ci vedrà interagire direttamente con il misterioso bambino in preda ad un isterico piagnisteo dovuto proprio dalla caduta.

Insomma in questi pochi minuti di video abbiamo potuto assistere al genio e alla sregolatezza di stampo “Kojimano” il quale, anche quando mostra semplicemente un uomo urinare in mezzo al nulla o prendersi amorevolmente cura del Bridges Baby, è in grado di dare adito a tante speculazioni ed interpretativismi nei confronti di un universo asincrono che si spera lascerà il segno.
Dulcis in fundo Hideo Kojima ha infine annunciato che presto avremo nuovi dettagli sul gameplay ed un secondo video verrà mostrato a settembre durante il Tokyo Game Show 2019, quindi non ci resta che attendere.

Pubblicità

Telegram

Pubblicità

Pubblicità