I fumetti storti e i soldi spesi male con Google Libri

Google Libri

I fumetti sono un qualcosa che leggo in ogni forma e formato. Per anni ho letto unicamente la forma cartacea, ma con tempo mi sono adeguato alle nuove tecnologie, che hanno portato al totale digitale. I primi passi lo ammetto, erano difficile. Il digitale è freddo e insensibile e non c’è alcuna sensazione nel prendere in mano un fumetto o un libro, ma è comodo e questo oltre a essere innegabile e anche molto importante.

Leggere in movimento, senza portare niente con me era diventata una normalità e oggi leggo in digitale più che in altri formati. Ovviamente il digitale è presente in diversi store e trovare quello giusto non è sempre facile come potrebbe sembrare a prima occhiata. Ad esempio, ultimamente mi è capitato di comprare il nuovo graphic novel dell’autore canadese che adoro in modo assurdo, Jeff Lemire. Il suo nuovo lavoro, Frogcatchers, è disponibile ad esempio nello store digitale Amazon, un nome una garanzia, ma il mio cervello decise di optare per qualcosa di più originale. La sera acquistai il volume dallo store Google ed è qui che iniziò il problema.

Frogcatchers Jeff Lemire
Le porzioni delle pagine che vedo

Non è il primo fumetto letto su Play Libri e quindi la preoccupazione non c’era, ma mi sbagliavo di grosso. Aperto il graphic novel, notai che ogni tavola non era posta in modo verticale, ma orizzontale. Questo vuol dire che potevo vedere sempre solo una piccola porzione della pagina con lo schermo messo in orizzontale e ovviamente non è una cosa assai piacevole non riuscire a leggere in modo tranquillo una pagina e dover sempre scollarla verso il basso. La cosa curiosa è che questo problema non si presenta con altri volumi acquistati sul medesimo store.

Frogcatchers

Questo mi ha portato a riflettere sull’incapacità di alcuni editori di organizzare al meglio il proprio lavoro, ma sopratutto quello di Google di pubblicare qualcosa di illeggibile. Non è un modo di dire, perché con il mio S9 plus non riuscivo a scrollare in modo fluido le pagine e dopo aver speso quasi 14 euro per la versione digitale di un fumetto, sono andato a cercare online come scaricare il pdf del fumetto e togliere il DRM. Una pratica illegale, certo, ma necessaria per non impazzire e leggere in tranquillità un lavoro eccelso come quello del buon Lemire. Capiamoci, fare queste cose ha richiesto tempo e “fatica” e ovviamente zero convenienza. Dopo tutte le operazioni mi sono trovato con alcune pagine rovinate e i colori sfalsati, ma almeno ho letto ciò che ho acquistato.

Potrei quindi dire che Google deve migliorare il proprio servizio per quanto riguarda i fumetti e dare la possibilità di ruotare lo schermo anche durante la lettura.

Pubblicità

Sconti e Offerte

Pubblicità