Middlewest

Middlewest di Skottie Young #1 – Recensione

I rapporti famigliari spesso sono complessi da comprendere e ancora di più da vivere. Cresciuto in una casa tranquilla e dei famigliari amorevoli, non posso rendermi conto di quanta sofferenza c’è attorno al mio piccolo mondo. Ricordo ancora il toccante (per la narrazione) gioco Papo & Yo, che colpiva come un pugno nello stomaco fin dalla primissima dedica. Raccontare dei problemi famigliari lo si può fare poi in tantissimi modi diversi e non per forza deve essere una storia struggente come quella del gioco citato poco fa. Prendiamo ad esempio il fumetto Middlewest del buon Skottie Young e Jorge Corona, che tratta in modo diverso lo stesso medesimo tema e alla fine non toglie niente alle opere ben più drammatiche di questa.

“A mia madre, mio fratello e le mie sorelle con affetto, con i quali sono sopravvissuto al mostro che risiede in mio padre. – Papo & Yo”

Acquista Middlewest su Amazon al minor prezzo garantito!

Middlewest è un posto in cui il vento soffia forte, portando con se cose poco piacevoli. Il paesaggio cambia di stagione in stagione e il giovane Abel vive con suo padre lavorando come porta giornali. Un lavoro perfetto per un ragazzo che cerca di guadagnare qualcosa, ma allo stesso tempo una responsabilità non piccola da portare giorno dopo giorno. Immaginate per un attimo di dover svegliarvi alle 5 del mattino in inverno e partire con la vostra bici per le consegne. Ho i brividi al sol pensiero. Abel è però deciso come ragazzo e lavora anche quando il tempo non è dalla sua parte. L’unica volta in cui salta le consegne per colpa del sonno, però, viene sgridato da un padre che appare da subito come distaccato e freddo. Costretto a consegnare i giornali in tarda mattinata, il giovane decide infine di andare in giro con gli amici. Una scelta che gli costerà molto.

Tornato a casa con il padre dopo aver fatto delle brutte azioni, Abel viene messo alle strette dal padre, che nella sua furia si trasforma letteralmente in un mostro fatto di vento. Questa rabbia obbliga il ragazzo a una sola scelta, la fuga. Ad accompagnarlo ci pensa una volpe che parla la nostra lingua e che sembra essere molto affezionata ad Abel. Questa fuga sarà l’inizio di un’avventura attraverso le terre più strane, i treni più veloci, i nemici più crudeli e i tanti nuovi amici.

Middlewest gioca fin da subito la carta dei problemi famigliari e questa carta viene ripescata più volte durante la lettura del primo volume italiano. Il padre di Abel è un uomo pieno di rabbia e sappiamo bene che nel mondo reale, le persone cosi esplodono improvvisamente in un impeto di follia. Questa follia diventa la trasformazione in un mostro, che distrugge tutto al suo passaggio. Dopo però arriva il rimorso per ciò che si è fatto e sembra che tutto sia finito, ma non è cosi. La rabbia è dentro noi e purtroppo spesso viene trasmessa al proprio figlio, come accade ad Abel in effetti. La violenza genera altra violenza, purtroppo.

Skottie Young ha un suo stile molto particolare di scrittura, veloce e spigoloso. I personaggi mostrano la loro essenza con una grande naturalezza e alla fine è facile affezionarsi al ragazzo, alla volpe o altri personaggi. Skottie cerca di mostrare l’animo dei personaggi, spiegando che in realtà perfino il padre non era cosi cattivo all’inizio. Sappiamo tutti che c’è sempre quella miccia che accende tutto; quel momento di crisi, magari, che fa esplodere tutto lo scontento e la rabbia repressa. In questo Skottie è un genio e fa davvero del suo meglio.

Dietro le matite troviamo la mano di Jorge Corona, che trasforma la sceneggiatura in una favola moderna dai toni fantasy. Un ambientazione che sa di già visto, ma che proprio per questo ci fa sentire comodi al calduccio. Il tratto tagliente nasconde tantissimi dettagli da trovare in ogni vignetta e dona una grande espressività agli umani e animali. Corona è il disegnatore perfetto per una storia d’azione drammatica, ma dai toni fantasy. Ora non ci resta che aspettare il secondo capitolo di Middlewest.

Middlewest

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.