Fahrenheit di Maltovivo – Una Dark Belgian Ale perfetta per l’autunno

StileDark Belgian Ale
IBU30
Gradazione7.5°
PaeseItalia
ColoreAmbrata
Fermentazione:Alta Fermentazione

Con la Fahrenheit arriviamo al nostro penultimo incontro con la Maltovivo, anche se ci tornerò sicuramente a parlarne in futuro. La Dark Belgian Ale ha una certa fama visti i luppoli d’Argento vinti nel 2016 e 2017 ed è in effetti ha tutte le carte in regola per diventare una buona compagna di bevute. Immaginate di tuffarvi in pieno autunno, in una città di stampo medievale e le strade di pavèi ricoperte di foglie morte, ma con quei colori cosi vivi e accesi da rallegrare l’animo. Ecco, questo sarebbe l’ambiente ideale secondo me per bere la Dark Belgian Ale di questo stampo. 

La Fahrenheit si presenta con un colore rosso scuro, che al sole sprigiona una miriade di riflessi chiaro scuri molto piacevoli da vedere. La schiuma possiede invece una consistenza grossa e sempre presente, come a simboleggiare la bevanda che da lì a poco dovrebbe essere bevuta. 

Al naso si sente la parte fruttata, che si sprigiona in modo dolce e lieve grazie alla caramellizzazione del del malto. La tostatura perfetta dona infine un’aria parecchio sognante alla birra, trasportando un sognatore come me direttamente in uno di quei pub nordici in una città descritta poco prima. La birra è prodotta in Italia, ma ha un cuore pulsante del nord.

Arriviamo alla parte gustativa della Dark Belgian Ale, che con i suoi 7.5% rappresenta una bella botta qualora voleste bere tutta la bottiglia. La gradazione viene attenuata dall’ottima bevibilità della birra, che grazie al suo corpo medio e vellutato diventa sconfitta dalle altre sensazioni. Si percepiscono delle note fruttate che danzano in modo frenetico con quelle dolci e tostate del malto (tra cui troviamo Pale Ale, Monaco, Crystal 150, Wheat Malt e Candied Brown Sugar). Un mix perfetto che lascia verso il finale una nota amara a lungo persistente.