Stardust di Maltovivo – L’American Pale Ale sognante

StileAmerican Pale Ale
IBU25
Gradazione5.2°
PaeseItalia
ColoreDorato
Fermentazione:Alta Fermentazione

Con tristezza, finisce il mio viaggio attraverso le birre targate Maltovivo. Un viaggio durato un po’ di settimane che mi ha portato a parlarvi di svariati stili e ognuno di questi possedeva delle proprie caratteristiche intrinseche. Il finale però è quello con i botti. Se ne sta andando anche la calda estate e per me, questa è una birra perfetta per valorizzare questo periodo storico. Parlo “ovviamente” di Stardust, un American Pale Ale forte e decisa, pronta a colpirvi e trascinarvi in uno stato diverso, in un mondo diverso. 

La birra si presenta con il classico colore dorato e con una limpidezza quasi dissetante. La schiuma si alza possente e statuaria fino a formare un cappello roccioso persistente e perlaceo. La composizione da sola potrebbe darvi l’idea di quel che è questa birra. 

Al naso si percepisce il classico del genere. Le note agrumate dominano la scena senza alcun dubbio, ma non in modo violento. Alla fine escono allo scoperto dei sentori floreali, che danzano insieme a quelli fruttati regalando delle sensazioni che rimandano all’estate, al mare e alla montagna. In questi casi basta una sola cosa per darci le giuste emozioni, la fantasia. Chiudete gli occhi, sognate e non tornerete più indietro. 

Ovviamente arriviamo finalmente al sapore della Stardust, che con i suoi 5.2% si presenta come una birra delicata, dai sentori agrumati e leggermente maltati. I malti utilizzati sono Saccharomyces Cerevisiae, Pilsner, Pale Malt, Cara-Pils e il Munich. Potete quindi capire quanto sia grande la qualità della materia prima. Il luppolo di due tipologie è il Cascade e il Citra, un classico del genere. Il retrogusto che lascia è amaro, ma non pressante. Piuttosto si tratta di un’amarezza leggera e beverina. 

Per terminare questo viaggio, vi consiglio di acquistare le birre di Maltovivo e di berle come se non ci fosse un domani, ma responsabilmente.