Unrailed! – Recensione in breve

La costruzione è divertente, ma a volte estenuante e stressante. Chi di voi non si è mai divertito a costruire le reti ferroviarie all’interno del grande pantheon videoludico? Quest’oggi vi parlo di un titolo in cui il senso è proprio quello di costruire una rete ferroviaria capace di condurre un treno alla prossima stazione. Un titolo tanto semplice quanto complesso, ma soprattutto tanto divertente quanto frustrante (delle volte). Si tratta di Unrailed!, uscito in early accesso su Steam nel 2019 e nel 2020 come gioco completo anche su console.

All’interno del gioco dovremo in pochissime parole ricreare una rete ferroviaria utilizzando diversi strumenti come il piccone. Per farlo, però, avremo a disposizione dei compagni; altri sventurati come noi, che dovranno faticare per portare in salvo il treno. Scavare non sarà solo complicato perché il tempo sarà il vostro nemico insieme alla natura, alle strutture naturali e qualsiasi cosa vi capiti a tiro. Sarà difficile anche per via dei guasti al treno, dei banditi che cercheranno di derubarlo e… credo basta. Manca solo Godzilla a farci compagnia.

Le modalità di gioco sono diverse, ma la più interessante è quella illimitata. Questa vi da la totale libertà sul mondo di gioco da percorrere in suoi diversi ambienti.

Al livello grafico ci troviamo davanti a un titolo che in verità starebbe meglio in un telefonino che un PC o console. La semplicità grafica, inoltre, lo rende fruibile praticamente su ogni piattaforma in modo davvero egregio. Per il resto i suoi colori catturano senza alcun dubbio il giocatore. La semplicità la fa da padrona e talvolta diverte in modo genuino il giocatore.

Unrailed!
  • 6/10
    - 6/10
6/10

Commento Finale

Unrailed! è sicuramente un gioco divertente. Costruire dei binari tenendo a mente tutto il mondo attorno non è una cosa facile. Purtroppo non sempre risulta essere divertente come avrei sperato