Oxenfree e le sue traduzioni mancanti

A volte capita di recuperare alcuni titoli usciti ormai qualche anno fa. I soldi sono pur sempre soldi e quindi spesso si aspetta l’occasione giusta. Nel mio caso era la mia totale ignoranza a non avermi fatto comprare prima Oxenfree. Un gioco che mi ha colpito in positivo fin dalla primissima battuta, ma qui non parlerò di quanto sia bello questo gioco. Preparatevi, perché qui bisognerà parlare della stupida degli sviluppatori. L’ho detto.

Oxenfree

Inizio con dire che era una domenica in cui cercavo qualche teen drama da giocare e in tanti consigliavano Oxenfree, che a me effettivamente mancava. A vederlo nei video sembrava parecchio bello, ma preferivo provarlo da solo per capire meglio questo titolo. Per farlo, scarico la versione DRM Free (quindi quella di GOG) del gioco in modo poco legale. Perché le demo non mi piacciono per niente. Lo provo per un’oretta e me ne innamoro totalmente.

Il giorno dopo acquisto la versione PS4 speranzoso di poter giocarmi quest’avventura nel mood giusto. Tutto bello, certo, ma purtroppo la codesta versione è priva dei sottotitoli in italiano. La scoperta mi lascia un po’ stranito, visto che su PC questi sono presenti senza alcuna patch amatoriale.

Non contento, compro anche la versione Steam per giocarmelo con i sottotitoli italiani e quindi per godermelo appieno. Perché il problema reale del gioco è quello delle risposte multiple a scomparsa troppo veloce. Ogni domanda dovrebbe farci riflettere un attimo, ma in Oxenfree bisogna scegliere in pochissimi istanti e chiaramente in inglese la faccenda diventa più complicata. Anche se non fosse così però, anche se non conoscessi affatto l’inglese, varrebbe ugualmente questo discorso.

Oxenfree

Fatto sta che attualmente ho finanziato per due volte un team le cui scelte sono stupide e insensate. I sottotitoli sono presenti all’interno della versione PC e quella Switch. Questi mancano totalmente su Playstation, Xbox, Android e iOS.

Magari dietro a questa idiozia c’è qualche contratto fatto con Valve e Nintendo, ma ho dei dubbi. È più facile pensarla come una mancanza di desiderio di lavorare sulle versioni che forse hanno venduto di meno.

Lo stesso accadde anche con Ace Attorney in fondo. Avete presente la trilogia uscita un po’ ovunque? Tutta in inglese e tirata a lucido. Questa è composta da Phoenix Wright: Ace Attorney, Justice for All e Trials and Tribulations. Ebbene, i primi due titoli sul Nintendo DS erano totalmente in italiano. Lingua scomparsa all’interno della trilogia.

Avrei capito se si trattasse di sviluppare un altro gioco con i nuovi sottitoli. Nel caso di Oxenfree era solamente una patch da implementare all’interno del gioco. Chissà, magari la loro scusa era la stessa degli sviluppatori di NERO.

Fatto sta che vi sconsiglio di comprare le versioni senza i sottotitoli e quindi di non spendere i vostri soldi sullo store Sony, dove non avete nemmeno la possibilità di ricevere un rimborso. Compratelo su Steam e godetevi questo magnifico gioco.

Oxenfree

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Instagram

Più venduti

OffertaBestseller No. 2 PaperDante