Keep Your Hands Off Eizouken! – Recensione

Star Comics ha portato in Italia un bel lavoretto di Sumito Ōwara che rientra subito in quella cerchia che si pone tra il realistico e il metafisico. Keep Your Hands Off Eizouken! è un’opera particolare e non potrà piacere a tutti, questo deve essere chiaro fin da subito. Adrenalinica, fantasiosa e un po’ fuori di testa, la storia si regge sulla passione verso gli anime e verso i mondi fittizi.

Le protagoniste di questa storia sono tre ragazze di nome Midori Asakusa, Sayaka Kanamori e Tsubame Mizusaki. Le tre ragazze sono diverse una dall’altra, ma hanno una passione in comune, quella per gli anime e per l’animazione in generale. Un hobby che le porterà a cooperare, lavorare insieme e stringere un forte legame per partecipare a una competizione piuttosto importante delle animazioni.

Lo stile di Sumito colpisce fin dalla primissima vignetta. Il disegno ha delle particolarità che catturano subito lo sguardo del lettore. In alcuni momenti si vede chiaramente il tratto preciso e certosino, capace di stupire in positivo ogni lettore. Grande attenzione viene data ai fondali e al background in generale. In altre parti invece si nota una marchiatura più decisa, spigolosa e rock & roll. Ogni tipo di stile ha ovviamente una sua valenza e serve a una cosa diversa. Interessante vedere comunque l’animazione che le ragazze realizzano, solo per capire che è presente anche un terzo stile che si ispira ai classici del manga e dell’animazione nipponica.

La storia ha invece dalla sua una buona caratterizzazione dei personaggi. Questo però perché sono praticamente sempre in tre. Non sarebbe guastato vedere anche qualche altro personaggio a rompere le uova nel paniere e soprattutto a dare un po’ d’anima a quella storia così interessante.

Keep Your Hands Off Eizouken!

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Instagram