Altri indizi suggeriscono l’esistenza di Call of Duty: World War 2

Durante lo scorso fine settimana è apparso con prepotenza un leak riguardante delle immagini promozionali per Call of Duty: World War 2, presunto nuovo capitolo della famosa serie gestita da Activision. Come ci spiegano i colleghi di Gamingbolt, Sledgehammer Games aveva già pubblicato di soppiatto una serie di indizi che ne suggeriscono l’esistenza.

Già nel mese di aprile del 2016, Michael Condrey, il boss dello studio e co-fondatore di Sledgehammer Games, aveva scritto nel suo profilo Twitter che, tra gli altri giochi, stava lavorando su “Call of Duty ####”; ebbene, nel caso dei quattro simboli, apparentemente e intuitivamente starebbe per indicare “WWII”. Cos’altro c’è da sapere? Dunque, negli scorsi mesi Sledgehammer aveva rilasciato diverse armi per Call of Duty: Advanced Warfare, tra cui l’MP40, l’M1 Garand e l’M1911, che sono strettamente correlate al tema della Seconda Guerra Mondiale. Activision ci (ri)porterà davvero nel cuore degli anni 40′?

Quel che sappiamo al momento è che il prossimo Call of Duty punterà a tornare alle origini, mantenendo un equilibrio tra innovazione e tradizione e offrendo una migliore grafica. Secondo Activision, sarà il miglior Call of Duty di sempre.

FONTE: Reddit / Gamingbolt

Sull'autore

Luigi Fulchini

Studente e uno dei fondatori di HavocPoint.it. Scrive di videogiochi.

Instagram