Quantum & Woody! #1: La Peggior Squadra di Supereroi al Mondo – Recensione

Dopo alcune recensioni, siamo arrivati (finalmente) alla parte più folle dell’universo Valiant. Il nostro percorso iniziale alla scoperta dell’intero universo della casa editrice ci ha portato davanti a questo duo di eroe molto particolare, anche se li abbiamo già visti nella miniserie recensita dal sottoscritto di nome The Valiant. Per chi non l’avesse ancora capito, parlo ovviamente di Quantum & Woody! e del primo albo che ne vede le origini e le prime rocambolesche avventure, La Peggior Squadra di Supereroi al Mondo.

Klang!

Questa è una storia di due fratelli, di cui uno adottivo, Eric e Woody Henderson. Da ragazzi sono inseparabili amici, ma mentre Eric segue la retta via dello studio e del buon comportamento, Woody è un ragazzo teppista che vuol divertirsi, ma pronto a difendere suo fratello a tutti i costi. Ciò li porterà a una divisione, un abbandono, che segnerà per sempre le loro vite. La storia vera e propria inizia quando il loro padre viene assassinato e la polizia convoca i due credendoli colpevoli. La voglia di scoprire la verità sulla morte del padre e sulle sue ricerche porterà Eric e Woody a diventare due eroi con dei poteri, Quantum & Woody. Ma il resto sarebbe uno spoiler.

Cazzate a gogo

Inutile negare che a prima vista Quantum somigli dannatamente a Deadpool. Quella di James Asmus è però una storia del tutto diversa, nonostante la somiglianza tra i personaggi. La storia è calibrata in modo tale da mostrarci sia i momenti d’azione che quelli più trash con tanto di battute. Parlando di battute, io sono uno che adora la comicità, ma che ride poco. Eppure, con questo primo volume mi sono ritrovato sul divano vicino al camino a ridere come un disperato. In linea generale, la storia ha una sua classicità e prosegue sempre in modo spedito verso un finale non scontatissimo, ma nemmeno troppo originale. Un ottimo modo per invogliare i lettori ad acquistare il secondo volume, seguente le avventure dei due eroe e della capra. Eh sì, la capra è un elemento da non sottovalutare mai. Ovviamente ci sono anche dei momenti drammatici, in cui la famiglia e la violenza sui minori risulta essere un argomento importantissimo.
I testi sono coadiuvati dall’abile mano di Tom Fowler, che presta la propria arte per donare a questa storia una veste distinguibile subito da tutto il resto. Linee precise e anatomicamente ben realizzate creano dei personaggi interessanti e spassosi, come dovrebbero essere in fondo. Le scene d’azione sono poco statiche a tratti, rendendo piacevole l’osservazione dei corpi maciullati e alla fine sembra di leggere qualcosa di molto piacevole da tutti i punti di vista. Anche alcune inquadrature utilizzate sono molto cinematografiche e veloci passano da una all’altra con una naturalezza incredibile. L’arte di Fowler è stata impreziosita dai colori di Jordie Bellaire, che rende tutto molto allegro e spensierato.

Autore: James Asmus (sceneggiatura)

Tom Fowler (disegni)

Jordie Bellaire (colori)

Formato: 17 x 26 cm, B, 276 pp., colori
Editore: Star Comics – Valiant
Genere: Supereroi
Prezzo: 8.90€
Data: 15/03/2017




Rostislav Kovalskiy

Written by: Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

HAVOC POINT

Havoc Point non costituisce una testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001.
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.
Tutti i diritti sono riservati.