Harry Potter Hogwarts Mystery

Harry Potter Hogwarts Mystery: le microtransazioni infastidiscono i giocatori

Non un buon inizio per Harry Potter: Hogwarts Mistery. Quello che era un sogno si sta rapidamente trasformando in un incubo per molti giocatori. La causa? Le microtransazioni, presenti nell’applicazione, che stanno mettendo a dura prova la loro pazienza.

Come in tutti gli altri giochi di maggior successo, anche Harry Potter: Hogwarts Mistery propone una barra di energia da “consumare” per svolgere un’attività o una missione principale. Una volta esaurita, si ricaricherà automaticamente e potremo decidere se attendere la ricarica oppure comprare l’energia con denaro reale. Il fondo viene toccato quando, non avendo più energia, il gioco richiede molto tempo purché l’energia si riempia completamente da sola. Harry Potter: Hogwarts Mistery diventa così esoso in termini di attesa, spingendo i giocatori ad accelerarne il processo versando soldi reali. Come detto in apertura, molti si sentono già demotivati ​​e si lamentano del sistema di energia che va oltre la giusta misura.

Harry Potter: Hogwarts Mystery è stato rilasciato pochi giorni fa per iOS e Android. Come studente della famosa scuola di magia, dovremo frequentare le lezioni, apprendere gli incantesimi e stringere amicizia con i compagni della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Non mancheranno i personaggi originali dell’universo narrativo di Harry Potter.

FONTE: Eurogamer.net

Sull'autore

Luigi Fulchini

Studente e uno dei fondatori di HavocPoint.it. Scrive di videogiochi.

Instagram