saldaPress

Jonna e i mostri impossibili apre la collana Yaù di saldaPress

saldaPress annuncia una nuova collana di fumetti, Yaù. Ad aprirla ci sarà un fumetto firmato da Chris Samnee e Laura Samnee. Di seguito potete leggerne i dettagli.

Jonna e i mostri impossibili cover saldaPress

All’interno della collana troveranno spazio le atmosfere di The Walking Dead con lo spin-off Clementine, di Tillie Walden; i personaggi del celebre videogame Summoners War Sky Arena prenderanno vita nella storia targata Skybound Summoner’s War Legacy, di Justin Jordan e Luca Claretti;  Dado e Savuland con il loro Penelope ci regaleranno un racconto urban fantasy dai contrasti forti in cui i confini di fantasia e realtà si confondono.

E come primo volume della collana non potevamo scegliere un titolo più adatto di Jonna e i mostri impossibili, una storia che Chris Samnee (vincitore di un Eisner Award e co-creatore insieme a Robert Kirkman di Fire Power) e sua moglie Laura Samnee hanno scritto a quattro mani pensando proprio alle loro figlie.

Con atmosfere fantasy che rimandano a Conan il ragazzo del futuro di Hayao Miyazaki e Bone di Jeff Smith, Jonna e i mostri impossibili racconta di un mondo improvvisamente sconvolto dalla comparsa di mostri giganteschi. In questo scenario surreale si muove Rainbow, una ragazzina tenace e concreta, che ha come unico obiettivo riunire la propria famiglia. La prima tra tutte da rintracciare è sua sorella, la piccola Jonna, che lei immagina indifesa al cospetto dei pericoli di questa nuova realtà. Grazie all’aiuto dei pochi umani sopravvissuti Rainbow riesce a ricongiungersi a Jonna, che si rivelerà molto più a suo agio del previsto in questo nuovo mondo. 

Una storia avventurosa che parla di coraggio e amore fraterno raccontata con vivacità e umorismo, con un cliffhanger finale che lascerà col fiato sospeso fino al prossimo volume.

Sull'autore

Rostislav Kovalskiy

Un giovane appassionato del mondo videoludico e di tutto ciò che lo circonda. Cresciuto con i videogiochi e libri tra le mani ha deciso di unire la sua passione per la scrittura con quella per i videogiochi ed ecco perché si trova qui.

Instagram