Supercell

Clash of Clans

News

Clash of Clans accusato dall’Iran per aver promosso conflitti tribali

Clash of Clans accusato dall’Iran per aver promosso conflitti tribali
Strano ma vero, il governo iraniano ha censurato Clash of Clans per proteggere i giovani dalla sua influenza nel promuovere le guerre tribali. In breve, il Ministero della Giustizia del paese ha raccomandato che l’app mobile venisse bloccata sotto gli auspici poiché, come sostenuto anche dagli psicologi, incoraggia alla violenza. Un’operazione simile è avvenuta ad agosto, mese in cui è stato bloccato l’accesso di Pokemon GO, altro videogioco mobile accusato di essere dannoso e inappropriato per la comunità. Molti di quest’ultima, spesso e volentieri, erano in controtendenza rispetto a questa decisione e mediante appositi strumenti erano riusciti ad aggirare diverse censure. Ebbene, chissà come si comporteranno questa volta. FONTE: Engadget (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

HAVOC POINT

Havoc Point non costituisce una testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001.
Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.