Manic Mechanics – Recensione

Be che dire in una sola parola sul videogioco? Simpatico.

Ma non sono mai stato una persona semplice, anzi mi sono sempre complicato la vita a conoscere i meandri dell’opera di riferimento e di ciò che maggiormente mi appassiona. Se non ci fossero i titoli indie, oppure indipendenti come vengno normalmente nominati dagli appassionati, il mercato moderno dei videogiochi starebbe ancora piangendo la settima generazione di console.

Eppure 4J Studios ha realizzato un progetto estremamente interessante, prendendo spunto da Overcooked come concetto base dell’opera ma semplificando e migliorandolo. Per tanto questa sarà una di quelle poche volte che molto probabilmente, ci si diverte tranquillamente sia da soli oppure in compagnia con gli amici ma ne parleremo con calma più avanti.

Prima di continuare come sempre vi consiglio i referlink di InstantGaming, Eneba e G2A per giochi e abbonamenti a prezzi ridotti, senza nessun sovra prezzo per gli acquirenti, di seguito potete trovare anche l’affiliazione di Amazon per trovare qualcosa di particolare.

Offerte sui videogiochi da Amazon

Il regno dei meccanici

L’esperienza ruota attorno sull’isola di Octane e non ha una storia precisa, semplicemente il contesto del gioco che ci si presenta davanti è che, siamo degli appassionati di auto e visiteremo l’isola dei migliori meccanici. Qui incontrando diversi motoristi potremmo migliorare le nostre qualità di tutto fare, però non in un modo complicato ma bensì semplice e diretto.

Quando ho fatto l’accenno a Overcooked non l’ho fatto a caso, perché se avete giocato al titolo legato al mondo della cucina non sarà molto diverso, ne tanto meno complesso e lungo. Infatti l’isola è divisa in diverse aree, che tutto sommato per quanto siano piccole da visitare ci sono tante attività da svolgere secondo le regole dei meccanici.

Infatti asseconda dell’attività dovremmo seguire regole molto semplici, infatti arriveranno diverse auto incidentate ( fatemi passare questo termine per semplificare) e dovremmo aggiustarle. Però non a caso perché infatti ogni veicolo avrà un massimo di tre elementi d’aggiungere oggetti, per renderlo adatto alla vendita al cliente e ad una probabile revisione.

Nulla di complicato capo

Quando penso a che cosa proporre all’interno dell’articolo, facendo riferimento ai ricordi del gioco, penso sempre al banco di prova dove di fronte a noi abbiamo un nastro trasportatore. Sopra di esso saranno presenti diversi oggetti d’aggiustare, per poi inserirli nel veicolo incidentato che ha bisogno di cure per ritornare in strada.

Nulla di complicato, come da mini-titolo, perché avremmo a disposizione un massimo di 3/4 elementi alla volta da combinare fra loro. Prendendoli uno alla volta dovremmo aggiustarli negli appositi banchi di lavoro, rendendoli adatti per essere utilizzati però bisognerà sempre osservare quel nastro che, ci saranno degli elementi già fatti ma di un livello superiore già da inserire nel veicolo, garantendo un quantitativo di punti superiore.

Infatti migliorando le varie auto e furgoni riceveremmo dei punti, che permetteranno di ricevere fino ad un massimo di 3 bulloni che simboleggiano la qualità del nostro impegno. Oltre al fatto che sono presenti anche diversi record da battere, non solo i nostri ma anche dei vari capo meccanici presenti nell’isola.

Giocare in compagnia è divertente

Oltre alle sfide che si possono ripetere quasi all’infinito, permettendo di alzare l’asticella della sfida quasi all’infinito, bisogna comunque citare la funzione online del titolo. Non sarà un multiplayer di stampo classico, ma semplicemente una forma di cooperazione locale oppure online da un minimo di 2 giocatori, fino ad un massimo di 4 per affrontare le sfide.

Per il resto il gioco potrebbe finire qua per essere trattato in quanto è molto semplice nella realizzazione, con personaggi a schermo che sembrano usciti dalle fucine della Disney per come sono realizzati. Molto ben curati e con una parlantina, di una lingua nativa dell’isola ma non vera del nostro mondo, tradotta perfettamente in italiano.

Per tanto il mondo di gioco è un mondo aperto dove ci si potrà muovere un po’ come si vuole, a patto che si completi di volta in volta le sfide dell’area per poi ritornare quando vogliamo. Mi ha fatto piacere che ci si muovera a bordo di un veicolo, e che si potrà scegliere un personaggio fra i diversi nel titolo in modo da selezionare quello che ci piacerà di più.

Gli ultimi saranno i primi

Ultime note a favore del gioco è che ci sarà anche la variante versus, la quale è una variante della modalità online dove bisognerà giocare 1vs1, 2vs2, 2vs1 e così via in modo da aumentare la sfida delle partite. Bisogna citare che il gioco non è prevista la modalità cross-play e cross-save, per tanto se volessimo giocare con altri giocatori – e trasportare i salvataggi – è disponibile solo per la piattaforma per la quale giocheremmo.

Nel mio caso l’ho provato su Playstation, e per tanto sarà possibile giocare sia con gli utenti PS4 e PS5 ma non per Nintendo Switch, Xbox oppure su PC e così anche per i salvataggi. Per tanto se voleste giocarlo con i vostri amici guardate bene a quale versione la prendiate, perché non ci sarà l’interscambio delle informazioni da una parte all’altra in base alle macchine differenti.

Oltre a questo Manic Mechanic è un titolo divertente, simpatico da vedere e fantastico da giocarlo in compagnia oppure da soli in base ai gusti, e bisogni, dei giocatori.

Manic Mechanics
Overall
8/10
8/10
  • VOTO - 8/10
    8/10

Sull'autore

Giacomo Lambertini

Cresciuto con pane, videogiochi e fumetti cresce con una voglia smisurata di raccontare ciò che più gli appassiona a chiunque.