Metal Gear Solid Master Collection Vol. 1 – Solid Snake è tornato! – Recensione

Metal Gear Solid Master Collection Vol.1 La recensione in versione PlayStation 5

Qui Snake. Riesci a sentirmi colonnello? Forte e chiaro…

SULL’ ONDA DEI RICORDI… BENVENUTI A SHADOW MOSES, IL PRIMO CAPITOLO SULLA PRIMA PLAYSTATION

Vi dò il benvenuto negli anni 90, precisamente nel 1998 con l’uscita del terzo capitolo (in ordine di uscita) di Metal Gear Solid, il titolo che ha reso celebre una delle migliori serie action / stealth ideata da Hideo Kojima e pubblicata da KONAMI. C’è una forte sensazione di nostalgia ripensando a quei tempi anche perchè diciamolo chi non aveva la prima PlayStation con il mitico Solid Snake? Se non ricordo male ebbi la seconda versione di PlayStation, sempre il primo modello ma con gli analogici, esattamente i Dual Shock! Quando mi imbarcai in questa incredibile avventura dissi “Wow guarda li che grafica, è così reale”, chi mai avrebbe pensato che la tecnologia avesse poi fatto passi da gigante e vedere come e dove siamo arrivati oggi? Ma vi dirò di più, esattamente come 20 anni fa Metal Gear Solid riesce ancora ad intrattenere e divertire come non mai! Anche a livello di gameplay l’ho sempre trovato 10 passi in avanti al “rivale” Syphon Filter di Bend Studio.

Eh si, perchè ai tempi si diceva che i rivali di Metal Gear Solid nel genere action / adventure / stealth erano Tomb Raider e Syphon Filter.

Eccoci qui, Ottobre 2023 con l’uscita della Master Collection Vol. 1 che comprende i capitoli fino a Snake Eater.

E’ consolidato che ogni capitolo della serie Metal Gear sia in assoluto un capolavoro di gameplay, level design, trama, personaggi e soundtrack

In questi giorni ho avuto modo di provare ogni capitolo presente in questa raccolta su PlayStation 5.

E’ palese che Konami abbia realizzato sul momento un emulatore per far girare i capitoli visto che, per quanto riguarda PlayStation erano ancorati letteralmente su PlayStation 3 sempre per via del processore CELL che utilizzò Sony all’epoca e che, nonostante gli anni passati, non ha mai permesso di far approdare i titoli su PS4 e PS5 se non, con l’ormai ex servizio PlayStation Now attraverso lo streaming.

Avviato subito Metal Gear Solid, ci troviamo nel menù di una nuova schermata che presenta il titolo con una trama, opzioni di lingua, nessun tipo di miglioramento o quant’altro.

C’è dunque la possibilità di scegliere tra Metal Gear Solid in formato europeo, Integral e accedere ai capitoli Special Missions e VR Missions.

Avviamo il titolo e ci troviamo con gli stessi caricamenti che aveva appunto la prima PlayStation con ovviamente, l’ immancabile doppiaggio italiano. Tra le opzioni abbiamo la possibilità di modificare lo sfondo, essendo che il titolo è in 4:3 invece delle bande nere ai lati, c’è una vasta scelta di diversi sfondi del primo Metal Gear Solid. Per il resto è come giocare all’originale Metal Gear Solid, ne più ne meno. Non c’è stato nessun miglioramento anche a livello di smussatura, nessun tipo di miglioramento grafico se non l’introduzione per la prima volta dei trofei. Per quanto mi riguarda è abbastanza godibile ancora oggi da giocare, certo è che bisogna abituarsi con i comandi.

METAL GEAR SOLID 2: SONS OF LIBERTY & METAL GEAR SOLID 3: SNAKE EATER

Francamente un pò me l’aspettavo di vedere le stesse medesime edizioni della HD Collection che realizzò divinamente Blue Point nel 2011 ai tempi su PlayStation 3 e Xbox 360.

Sul fronte del gameplay Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty cambia rispetto al primo con la possibilità di mirare e sparare in prima persona. Le meccaniche rispetto al precedente capitolo si evolvono e migliorano. Inoltre, abbiamo la possibilità di giocare con due personaggi quali Solid Snake e Raiden. A livello tecnico il gioco gira a 1080p 60 fps. Secondo molti è il capitolo meno riuscito, invece devo dire che ha un suo perchè anche per via delle tematiche che affronta.

Arriviamo alla fine di questa collection con Metal Gear Solid 3: Snake Eater.

Prima però di parlarvi di questo capitolo, apro una piccola parentesi obbligatoria. In questa Collection sono presenti i primi due Metal Gear pubblicati originariamente su MSX nel 1987 e Metal Gear 2: Solid Snake nel 1990. Ai tempi della PlayStation 2 questi due capitoli si trovavano nel disco di Metal Gear Solid 3: Snake Eater. Facevano da apripista per una delle migliori serie di successo. Disponibili ovviamente in italiano.

1964 periodo Guerra Fredda, ritenuto uno dei migliori della serie Metal Gear Solid 3: Snake Eater è letteralmente un capolavoro immortale ancora oggi! Anche qui, stesso discorso del precedente capitolo fa parte della HD Collection realizzata sempre da Blu Point su PlayStation 3 e Xbox 360.

Impersoneremo Naked Snake e, da una missione di salvataggio si trasformerà in tutt’altro! E’ il prequel di tutti i capitoli, l’inizio di tutto.

In termini di gameplay Snake Eater innova e potenzia ancora di più la formula Stealth introducendo anche nuove meccaniche. Qui abbiamo la possibilità di cibarci per poter recuperare vita, mimetizzarsi con l’ambiente circostante in modo da non farci vedere dai nemici e, la possibilità di interrogare i nemici.

Passano gli anni ma le emozioni incredibili che regala questo capitolo sono veramente uniche!

Da grandissimo fan della serie Metal Gear sono rimasto un pò deluso da questo primo volume di questa collezione per il semplice fatto che Konami poteva fare di più. Un impegno più decisivo per migliorare almeno le texture di Metal Gear Solid.

D’altro canto per quanto mi riguarda è una grandissima occasione tornare a giocare su console di nuova generazione la serie visto che era tutto bloccato a due generazioni fa. Certo, un pò di amaro c’è sicuramente ma almeno il tutto non è andato perduto! E’ anche un modo per far conoscere alle nuove generazioni una delle serie più celebri in assoluto. E’ stato un viaggio veramente incredibile per me, sull’onda dei ricordi tra PlayStation e PlayStation 2.

Non ho trovato chissà quali difficoltà nel giocare nonostante alcune cose risentano il peso degli anni ma, bisogna come già scritto in precedenza riprendere l’abitudine anche con i comandi.

Palese che arriverà il Volume 2 che suppongo includerà Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots (titolo totalmente rimasto ancorato su PlayStation 3 poiché esclusiva Sony) Metal Gear Solid: Peace Walker e infine per concludere Metal Gear Solid V: The Phantom Pain con incluso il prologo Ground Zeroes.

ACQUISTA METAL GEAR SOLID COLLECTION VOL.1 PER LA TUA PIATTAFORMA

Overall
7/10
7/10
  • - 7/10
    7/10

Sull'autore

Salvatore Cappai

Classe 1990. Su HavocPoint troverai tantissime mie recensioni dedicate ai videogiochi e tantissime novità sul mondo delle SerieTv e del cinema!